La collezione Sandretto si sposta da Torino a Catania. Videointervista e foto

Abbiamo intervistato Pietro Scammacca, curatore insieme a Ludovico Pratesi del progetto che vede la Collezione Sandretto in mostra a Catania a Palazzo Biscari.

La collezione Sandretto a Palazzo Biscari, Catania, ph. Mario Bucolo
La collezione Sandretto a Palazzo Biscari, Catania, ph. Mario Bucolo

Una collezione d’arte contemporanea nota in tutto il mondo e un palazzo catanese che riapre le porte alla cultura: l’incontro avviene a Catania e vede protagonisti la collezione Sandretto Re Rebaudengo e Palazzo Biscari. Ad officiare il tutto due curatori, Ludovico Pratesi e Pietro Scammacca, protagonista di questa videointervista, in collaborazione con la Fondazione torinese presieduta da Patrizia Sandretto e Unfold. Il progetto, promosso da Fondazione Terzo Pilastro-Internazionale (della quale è presidente Emmanuele Emmanuele), mette al centro del Salone delle Feste l’installazione ambientale WeltenLinie della richiestissima artista polacco-tedesca Alicja Kwade (Katowice, 1979), la cui arte è arcinota nel nostro Paese, mentre negli appartamenti del palazzo si dislocano le opere della mostra La stanza analoga.

Mentre la prima è stata prodotta per la Biennale di Venezia curata da Christine Macel, la seconda porta nel contesto del rinnovato palazzo opere di 20 artisti quali Ludovica Carbotta, Roberto Cuoghi, Flavio Favelli, Katharina Fritsch,Anna Gaskell, Dominique Gonzalez-Foerster, Douglas Gordon, Philippe Parreno, Nicolas Party, Laure Prouvost, tra gli altri. Il percorso espositivo si sviluppa sull’idea del barocco: l’opera di Alicija Kwade si lega alla monumentalità del salone delle feste, mentre le opere della collettiva La stanza analoga rappresentano un barocco domestico, spiazzante e legato al quotidiano, che occupa l’appartamento dell’ala di Levante del palazzo, aperto al pubblico per la prima volta. Due anime dello stesso palazzo, due tipologie diverse di opere , per creare una relazione forte con i diversi spazi espositivi”, spiega Ludovico Pratesi. Ecco le immagini e la videointervista a Scammacca che racconta la mostra, fino al 24 agosto. 

  Mario Bucolo

Evento correlato
Nome eventoOpere dalla Collezione Sandretto Re Rebaudengo a Palazzo Biscari
Vernissage07/07/2019 su invito
Duratadal 07/07/2019 al 07/09/2019
CuratoriLudovico Pratesi, Pietro Scammacca
Generearte contemporanea
Spazio espositivoPALAZZO BISCARI
Indirizzovia Museo Biscari, 10 - Catania - Sicilia
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Mario Bucolo
Mario Bucolo è fotografo professionista (awards winners come si dice di chi ha ricevuto premi e riconoscimenti internazionali), pur amando definirsi ‘artigiano dell’immagine’, specializzato in architettura, landscape, viaggi. Catanese, vive e lavora a Londra da alcuni anni. Ma Mario Bucolo è anche un esperto in marketing, comunicazione, visibilità e social media prevalentemente per i musei e per il settore cultura, lavorando e presentando studi nel settore sin dal 1991, anche nel ruolo di co-fondatore dell'iniziativa Europea 'Medici Framework' e di editore del portale mondiale sui musei. Nel 2008 ha contribuito, come guest author, all'ultimo libro di Philip e Neil Kotler sul marketing per i musei con un capitolo su "Musei ed E-communication". Nel 2010 è stato candidato alla presidenza di ICOM Italia. Prima ancora, dal 1984, è stato tra i pionieri europei delle applicazioni multimediali interattive (kiosk, Laser disc, Cd-Rom etc).