La collezione di Magazzino Italian Art Foundation in mostra ai Musei Civici di Cagliari

Dalla partnership tra l’istituzione statunitense e quella italiana nascono due mostre che raccontano la storia e le collezioni di Magazzino Art Foundation, tra Arte Povera e fotografia

Nascono dalla collaborazione tra i Musei Civici di Cagliari e Magazzino Italian Art Foundation – spazio espositivo nato nel 2017 a New York, lungo le sponde dell’Hudson, dalla volontà di Giorgio Spanu e Nancy Olnick, la cui collezione vanta oltre 3000 opere di arte italiana del secondo Dopoguerra, soprattutto della corrente dell’Arte Povera – Arte Povera: From the Olnick Spanu Collection e Marco Anelli: Building Magazzino, mostre appena inaugurate presso i già citati Musei Civici di Cagliari e visitabili fino al prossimo 8 dicembre. Le due esposizioni rappresentano per Magazzino Italian Art Foundation la prima partnership stretta con un museo italiano, e raccontano il progetto culturale dell’istituzione statunitense attraverso 15 opere di 12 artisti della corrente dell’Arte Povera – Giovanni Anselmo, Alighiero Boetti, Pierpaolo Calzolari, Luciano Fabro, Jannis Kounellis, Mario Merz, Marisa Merz, Giulio Paolini, Pino Pascali, Giuseppe Penone, Michelangelo Pistoletto e Gilberto Zorio – e le fotografie di Marco Anelli, tratte dal libro Marco Anelli: Building Magazzino, pubblicato nell’autunno 2017. La selezione di stampe include 12 ritratti dei lavoratori che hanno partecipato alla costruzione di Magazzino Italian Art e una serie di 15 fotografie che raffigurano le diverse fasi di costruzione dell’edificio.

– Desirée Maida

Evento correlato
Nome eventoArte Povera: From the Olnick Spanu Collection / Marco Anelli
Vernissage26/07/2019 ore 19
Duratadal 26/07/2019 al 08/12/2019
AutoreMarco Anelli
Generearte contemporanea
Spazio espositivoMUSEI CIVICI CAGLIARI - ANTICO PALAZZO DI CITTA'
IndirizzoPiazza Palazzo - Cagliari - Sardegna
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.