Riempire il vuoto. L’open call di Peter Fend e Yona Friedman a Genova

Pinksummer Contemporary Art, Genova ‒ fino al 4 aprile 2019. A Genova anche l’arte contemporanea si interroga sul vuoto fisico e intellettuale dopo il crollo del Ponte Morandi. Pinksummer lancia la call e mette in archivio decine di progetti e spunti di riflessione/indagine. Tra special guest internazionali, architetti, urbanisti e artisti visivi locali.

Nel contesto di un’indagine internazionale affidata all’analitico lavoro di Peter Fend e Yona Friedman, tra meta-narrazione, teorie su politica ambientale e sovrappopolamento urbano, è ospitata e archiviata la restituzione alla città dell’Open Call dall’omonimo titolo, Filling The Abscence, della personale dell’artista statunitense, fondatore dell’Offices and the Ocean Earth Construction and Development Corporation e dell’architetto e urbanista ungherese, noto per aver partecipato attivamente al movimento culturale dell’architettura degli Anni Sessanta, meglio conosciuto come “Età della megastruttura”.
Una riflessione dovuta, per Genova, che ha visto stravolte le sue dinamiche socio-economiche dopo il crollo del viadotto Morandi, o, come lo chiamano in città, “ponte di Cornigliano”, quartiere icona dello sviluppo e del declino industriale tra Novecento ed epoca contemporanea.
Una mancanza fisica e intellettuale, che ha minato gli equilibri del territorio, le dinamiche del commercio, della mobilità e la qualità della vita di quel proletariato suburbano, già piegato dagli stupri architettonici ed ambientali del Dopoguerra.
Ripercorrendo l’intervento di cutting legale che Gordon Matta-Clark ha compiuto in quei luoghi negli Anni Settanta, la call ha suggerito agli artisti un’azione di riempimento dell’assenza, fisica e concettuale, di quello spazio vuoto.

Maura Ghiselli

Evento correlato
Nome eventoPeter Fend and Yona Friedman - Filling the absence
Vernissage28/02/2019 ore 18,30
Duratadal 28/02/2019 al 28/03/2019
AutoriYona Friedman, Peter Fend
CuratoriEmanuele Piccardo , Andrea Canziani
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoPINKSUMMER - PALAZZO DUCALE
IndirizzoPiazza Giacomo Matteotti 28r - Genova - Liguria
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Maura Ghiselli
Maura Ghiselli, nata a Genova nel 1981. Vive tra la sua città e Milano. Si laurea in Arti Visive e Discipline dello Spettacolo all’Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova. Ha frequentato corsi di Storia dell’Arte e Antropologia Culturale presso l’Università Miguel Hernandez di Alicante e ha ultimato il suo percorso formativo post-universitario seguendo un master all’Istituto Europeo di Design e un Master alla Fondazione FORMA per la Fotografia, entrambi a Milano. Collabora per diversi anni con la galleria d’arte contemporanea Satura Art Gallery a Genova, come curatrice e critico d’arte (tra le mostre curate la Rassegna Il Muro, presso Mikalojus Konstantinas Čiurlionis National Art Museum di Kaunas, Lituania, con il patrocinio del Mikalojus Konstantinas Čiurlionis National Art Museum e Istituto Italiano di Cultura Vilnius e la Rassegna Volando con la Gazza Ladra, presso Palazzo Ducale di Genova, in collaborazione con la Fondazione per la Cultura Genova Palazzo Ducale). Collabora anche con Studio44, un’altra galleria del circuito genovese, per la quale cura la critica relativa ad alcuni eventi. Dal 2011 recensionista per Exibart, nel 2014 passa ad Artibune.