L’arte come dialogo. Liu Jianhua a Napoli

Made in Cloister, Napoli ‒ fino al 21 marzo 2019. L’artista cinese costruisce nello splendido chiostro di Santa Caterina a Formiello una narrazione storica intitolata “Monumenti”, in cui a raccontare è la voce di chi ha saputo cogliere nella discontinuità e nella diaspora la possibilità di una storia alternativa.

Se è vero che l’arte può descrivere, denunciare e interpretare le vicissitudini, gli impedimenti e le inquietudini del presente, allora le sculture di Liu Jianhua (Ji’an, 1962), all’interno del Chiostro di Santa Caterina a Formiello, possono essere espressione di un attivismo politico che sublima anziché sopprimere. Nella prismatica cornice di Porta Capuana, quartiere ospite della Fondazione Made in Cloister, l’artista cinese incontra la comunità di migranti che abita il luogo e ne cattura le storie, monumentalizzandole con la tecnica del calco applicata alla scultura in cartapesta. La loro fragilità viene compensata dalla solidità di piedistalli vitrei che sorreggono le sculture, orchestrate in una costellazione carica di tensioni che destabilizza nella sua monumentalità. Diffusi fra le tracce murarie, fiori di porcellana bianca omaggiano la Real Fabbrica di Capodimonte e l’antica tradizione ceramista cinese, in cui l’artista ha trovato la formazione e l’ispirazione, muovendosi tra una materialità reale e una effimerità significata. Monumenti è il frutto di una collaborazione che ha visto l’artista lavorare a stretto contatto con gli artigiani locali e i migranti, “sculture viventi” per una sera, esaltando lo spirito identitario e multiculturale di una città in cui la terra indurisce e il mare fluidifica.

Francesca Blandino          

Evento correlato
Nome eventoLiu jianhua - Monumenti
Vernissage07/12/2018 ore 19 su invito
Duratadal 07/12/2018 al 21/03/2019
AutoreLiu Jianhua
CuratoreDemetrio Paparoni
Generearte contemporanea
Spazio espositivoMADE IN CLOISTER
IndirizzoPiazza Enrico De Nicola 46 80139 - Napoli - Campania
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Francesca Blandino
Francesca Blandino nasce a Benevento nel 1986. Specializzata in Storia dell’Arte Contemporanea presso l’Università Suor Orsola Benicasa di Napoli, sviluppa un forte interesse per le pratiche artistiche rivolte al sociale. Nel 2012 frequenta il Master in Curatore Museale e di Eventi Performativi presso lo IED (Istituto Europeo del Design) di Roma, per approfondire le dinamiche curatoriali legate all’arte contemporanea e definire meglio la sua ricerca, intenta a scovare e creare quei piccoli mondi possibili in cui il cambiamento del sistema attuale delle cose può essere sovvertito, in quanto “l’opera d’arte rappresenta un interstizio sociale” (N. Bourriaud), uno spazio libero aperto verso possibilità altre. Attualmente lavora presso la Fondazione Morra – Museo Hermann Nitsch di Napoli.

LEAVE A REPLY