Fotoreportage dalla Outsider Art Fair di New York

Si è appena conclusa l’Outsider Art Fair di New York. Aspettando l’edizione francese, ecco il nostro racconto per immagini

Outsider Art Fair. Foto Francesca Magnani
Outsider Art Fair. Foto Francesca Magnani

Ha appena chiuso i battenti al Metropolitan Pavillion sulla 18ma strada la Outsider Art Fair (17-20 gennaio 2019), appuntamento annuale per i newyorkesi – e in ottobre anche per i parigini – che vogliono immergersi per tre giorni nella “purezza” di un mercato animato da artisti eccentrici, disabili e spesso marginali. Oppure, come nel caso di Jim Carrey e i suoi disegni politici sono molto noti ma autodidatti. Le gallerie presenti sono 66. Tra questi, imperdibili, i tessuti giapponesi di Atsuko Barouh, i modelli di città di Kambel Smith, le sculture di argilla di Jordan MacLachlan e quelle di lana della Fountain House Gallery, il muro di adesivi della street photographer Rena Grey.

Non mancano opere di italiani, soprattutto presso lo stand di un veterano del mondo degli art dealer newyorkesi e conoscitore di Roma, James Barron dell’omonima galleria in Connecticut. È lui a esporre le opere di due artiste nostrane, come Vera Girivi e la veronese Elisabetta Zangrandi, insieme a quelle di un monaco francescano brasiliano che vive a Roma da decenni, Sidival Fila. Nata nel 1993 a New York e acquistata dal mercante d’arte Andrew Edlin nel 2013, la fiera è stata successivamente esportata a Parigi. Prossimo appuntamento quindi in Francia il 17 ottobre all’Atelier Richelieu. Ecco il nostro racconto per immagini.

Francesca Magnani

Metropolitan Pavillion
125 West 18th Street – New York
www.outsiderartfair.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Francesca Magnani
Francesca Magnani scrive e fotografa a New York dal 1997. Dopo una laurea in Latino a Bologna e un corso di perfezionamento in Antropologia a Padova, è arrivata alla CUNY con una borsa Fulbright in Letteratura Comparata. Nella Big Apple ha passato svariate stagioni a stampare e lavorare nelle darkroom dell’ICP e al Print Space. Tra NYU e The New School, in quasi vent’anni ha insegnato italiano a mezza Downtown. Le sue storie e fotografie sono uscite su D Repubblica, Diario, MarieClaire, F, Natural Style, TimeOut NY, IL, Vogue, Flair, Yoga Journal, Here is New York. A Democracy of Pictures, E.L. Doctorow, All the Time in the World, Taschen - Trespass: A History of Uncommissioned Urban Art.