Superbellezza, la mostra di Luca Bertolo e Flavio Favelli che coinvolge la città di San Sepolcro

Il progetto coinvolge non solo la sede di CasermArcheologica a Palazzo Muglioni che ospita la mostra dei due artisti, ma anche gli esercizi commerciali e gli spazi di affissione pubblica di San Sepolcro. Ecco di che si tratta

CasermArcheologica ph. Elisa Noncentini
CasermArcheologica ph. Elisa Noncentini

È basata sulle relazioni tra arte, fruitori e spazio pubblico Superbellezza, mostra di Luca Bertolo e Flavio Favelli a cura di Michele Dantini che inaugurerà il prossimo 15 dicembre a Palazzo Muglioni a San Sepolcro, sede di CasermArcheologica, associazione culturale che gestisce gli spazi dell’edificio e ne promuove la valorizzazione attraverso progetti di arte contemporanea. Superbellezza è sostenuta da Toscanaincontemporanea2018, e consiste in una serie di interventi che interesseranno non solo gli spazi di CasermArcheologica, ma anche altri luoghi di San Sepolcro, con il coinvolgimento degli esercizi commerciali e degli spazi di affissione pubblica della città.

IL PROGETTO

Superbellezza si svilupperà in una serie di interventi e di step che vedranno Luca Bertolo e Flavio Favelli impegnati dentro e fuori CasermArcheologica. Sulla facciata di Palazzo Muglioni in via Aggiunti sarà steso un grande arazzo realizzato a quattro mani dagli artisti. Gli altri interventi di carattere pubblico vedranno l’affissione di due opere originali realizzate su manifesti 70×100 nei vari spazi della città, alle quali si aggiungeranno altre due opere originali realizzate su buste di carta che saranno distribuite gratuitamente il prossimo 15 dicembre presso i vari supermercati ed esercenti di Sansepolcro. Nei locali di CasermArcheologica sarà poi allestita una mostra con disegni ed opere originali dei due artisti, assieme ad alcuni lavori realizzati in passato che troveranno un allestimento site specific nelle sale di Palazzo Mugliuoni.

Superbellezza
Superbellezza

ARTE CONTEMPORANEA A SAN SEPOLCRO

“CasermArcheologica è un progetto di arte contemporanea che con questa mostra si accinge a fare il passaggio all’età adulta”, racconta ad Artribune Laura Caruso, Project Manager di CasermArcheologica.  “Dopo aver fatto tante mostre con artisti importanti, abbiamo sentito il desiderio di darci una curatela scientifica di spessore. Così abbiamo pensato a Michele Dantini, che ha subito risposto al nostro invito. Il curatore ha coinvolto nel progetto Luca Bertolo e Flavio Favelli, artisti che da tempo desideravano lavorare insieme, e l’occasione si è presentata proprio qui a CasermArcheologica. Ci è piaciuta la curiosità con cui gli artisti si sono posti nei confronti del nostro percorso, che si svolge all’interno di Palazzo Muglioni, uno spazio recuperato di San Sepolcro, piccolo centro in cui l’arte contemporanea diventa occasione per creare dialogo tra i cittadini e gli artisti. Bertolo e Flavelli”, conclude Caruso, “hanno lavorato a una serie di azioni che vanno oltre la mostra allestita all’interna del palazzo: sulla facciata, infatti, verrà collocato un grande arazzo, e per tutto il centro abitato saranno fatte anche affissioni d’autore; inoltre stiamo distribuendo ai commercianti diverse buste con stampe realizzate dagli artisti. Bertolo e Flavelli hanno creato un modo per diffondere il pensiero che ruota attorno a Superbellezza”.

– Desirée Maida

Evento correlato
Nome eventoSuperbellezza
Vernissage15/12/2018 ore 17
Duratadal 15/12/2018 al 10/02/2019
AutoriFlavio Favelli, Luca Bertolo
CuratoreMichele Dantini
Generearte contemporanea
Spazio espositivoCASERMARCHEOLOGICA
Indirizzovia Aggiunti, 55 - Sansepolcro - Toscana
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.

LEAVE A REPLY