L’evanescenza di Valentina Colella. A Milano

Amy-d Arte Spazio, Milano ‒ fino al 5 dicembre 2018. La galleria milanese ospita la prima personale di Valentina Colella. Una sintesi del suo percorso artistico dal 2013 al 2018.

La mostra di Valentina Colella (Sulmona, 1984) inizia con l’opera Filling the sky, un monocromo realizzato con Perlux 8300, un tipo di vernice sperimentale donato dalla galleria all’artista. Il concetto di dona-azione è infatti fondamentale per la galleria milanese, la quale finanza l’acquisto di materiali di nuovissima generazione (i cosidetti smart materials, come grafene, aerogel, bio-plastiche, pitture termiche ecc.), per poi farli sperimentare agli artisti.
La mostra prosegue con il lavoro inedito R.I.P. La pace che mi hai dato. La pace che mi hai tolto (2017), installazione composta da quindici gruppi di carte fine art intagliate a mano. Un’opera che elabora in forma pittorica un lutto appreso casualmente su Facebook. La banalità e la pericolosità dello screenshot diventano legame tra la fisicità dei gesti del dipingere, dell’incidere con il taglierino e la virtualità del web. Una reiterazione del gesto che porta all’evanescenza dell’immagine iniziale.
L’opera ha anticipato la grande installazione Quello che resta, presentata nelle sale di Palazzo Reale a ottobre per il 19esimo Premio Cairo, dove è stata finalista.

Mattia Andres Lombardo

Evento correlato
Nome eventoValentina Colella
Vernissage15/11/2018 ore 18,30
Duratadal 15/11/2018 al 05/12/2018
AutoreValentina Colella
CuratoreValerio Dehò
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoAMY-D
IndirizzoVia Lovanio 6 - Milano - Lombardia
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Mattia Andres Lombardo
Nato a Milano nel 1988, Mattia Andres Lombardo ha conseguito la laurea magistrale in Storia della Critica d'Arte alla Sapienza di Roma proponendo una tesi a metà strada tra scienza dell'immagine e filosofia del linguaggio. Ha frequentato il Master in Economia e Management dell'Arte e dei Beni Culturali organizzato dal Sole 24 Ore e successivamente ha lavorato nella redazione web di Rai Arte pubblicando articoli di carattere critico-divulgativo. Attualmente vive a Roma.