Premio Artisti per Frescobaldi 2018, tra vino e mecenatismo vince la svizzera Sonia Kacem

L’artista si aggiudica il premio che celebra il connubio tra arte e vino con un’opera ispirata alle tradizioni artigianali della Toscana

Artisit per Frescobaldi

Con l’opera Les Grands, è Sonia Kacem la vincitrice della quarta edizione del premio Artisti per Frescobaldi. L’artista ginevrina è stata premiata durante una cerimonia alla GAM Galleria di Arte Moderna di Milano il 26 ottobre, superando gli altri due finalisti, Francesco Arena con Senza Titolo. Lastra, e Claudia Comte (anche lei svizzera) con Quarter Circle Painting. Le opere sono esposte alla GAM fino al 4 novembre, e si aggiungono alla collezione-museo della tenuta di CastelGiocondo, di proprietà dei Frescobaldi a Montalcino, dove si produce l’omonimo Brunello. Abbiamo scelto l’opera di Sonia Kacem per l’utilizzo di materiali naturali connessi alla terra, per la personale reinvenzione di tecnologie artigianali tradizionali, per un approccio entropico e una sensibilità per l’informe che riplasmano le geometrie definite e le superfici industriali della scultura di matrice minimalista, con cui l’artista sembra esplorare una contro-materia e mettere a punto una contro-forma rispetto a questi suoi stessi possibili riferimenti”, ha dichiarato la giuria composta da Hans-Ulrich Obrist, direttore della Serpentine di Londra, Elena Filipovic, direttrice della Kunsthalle di Basilea e Andrea Viliani, direttore del Museo Madre di Napoli.

LE OPERE 

Pur evocando una stoffa drappeggiata, l’opera di Sonia Kacem è realizzata in ceramica, un riferimento alla tradizione del vasellame del territorio toscano. Claudia Comte ha rappresentato la convivialità legata al vino con un’opera optical “disturbata” da tracce circolari lasciate da bicchieri di vino rosso. Francesco Arena ha presentato una lastra di bronzo quadrata incisa con due frasi tratte dal testo Furore di John Steinback, e ci ha raccontato che “la scultura è fatta di materiali incompatibili: il bronzo, materiale nobile, e i raspi di scarto dell’uva della vendemmia. Come nella lavorazione del vino, anche nella scultura ci sono un pieno e un vuoto, c’è qualcosa di tolto e di aggiunto, in un gioco di volumi compenetranti”. Ogni artista ha anche prodotto un’etichetta per una collezione limitata di 999 bottiglie (333 per ognuno) di CastelGiocondo Brunello 2013, Vendemmia Dedicata ad Artisti per Frescobaldi. 

IL PREMIO

Ideato nel 2012 da Tiziana Frescobaldi, Consigliere e Direttore Artistico del progetto, il premio, che ha una cadenza biennale, porta avanti l’antico legame della famiglia Frescobaldi con l’arte, avvalendosi della collaborazione con il critico Ludovico Pratesi, che durante la presentazione delle opere alla GAM ha sottolineato che “a differenza di molti premi in cui le opere commissionate sono site-specific, in questo caso gli artisti sono chiamati a interpretare un luogo, ma liberi da riferimenti precisi”. Ogni anno tre artisti, un italiano e due stranieri della stessa nazionalità, sono scelti per realizzare un’opera ispirata a CastelGiocondo, e un’etichetta per una serie limitata di Magnum di CastelGiocondo, i cui proventi saranno donati a un’associazione a sostegno dell’arte contemporanea. 

-Umberta Genta

Milano // fino al 4 novembre
Artisti per Frescobaldi
GAM Galleria di Arte Moderna di Milano
Via Palestro 16, Milano
http://www.gam-milano.com/it/home/
http://www.artistiperfrescobaldi.it

Dati correlati
AutoriSonia Kacem , Francesco Arena, Claudia Comte, Andrea Viliani, Ludovico Pratesi
CuratoriHans-Ulrich Obrist, Elena Filipovic
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Umberta Genta
Nata a Torino, a 19 anni si trasferisce a Londra dove si laurea in Fine and Decorative Arts. La sua formazione prosegue con un postgraduate in fotografia al Central Saint Martins. Inizia quindi un percorso di apprendistato nella sede londinese di Christie's, nel dipartimento Costume and Textiles. I suoi interessi professionali sono per la fotografia, per il design d'interni e per l’arte contemporanea. Nel 2011 viene assunta nella rivista Flash Art International, di cui, a partire dal 2012, diventa Managing Editor. Da fine 2014 è redattrice esterna ad AD per cui cura regolarmente rubriche sul collezionismo, in particolare legato al design. Oggi vive e lavora a Milano.