Il sogno di Icaro. Christian Lapie a Milano

Mimmo Scognamiglio Artecontemporanea, Milano ‒ fino al 5 novembre 2018. La galleria meneghina ospita la prima personale italiana dell’artista francese.

Una foresta di monoliti di legno e bronzo affolla il white box di via Goito: le sculture ieratiche e antropomorfe di Christian Lapie (Reims, 1955) conservano la tensione all’installazione site specific, in dialogo con la natura amazzonica. È una “maniera a togliere” quella che sperimenta l’artista francese a partire dalla materia di tronchi d’albero, di cui riproduce l’“epidermide” grezza anche attraverso la tecnica di fusione a cera persa. Come suggerisce la citazione mitologica del titolo, Le songe d’Icare/Il sogno di Icaro. Una pasta nera riveste le icone primitive dello scacchiere di Lapie: le opere sembrano radicarsi nelle viscere del pavimento ed essere immortalate un attimo prima della trasformazione della materia.

Giusi Affronti

Evento correlato
Nome eventoChristian Lapie - Le songe d’Icare / Il sogno di Icaro
Vernissage13/09/2018 ore 18,30
Duratadal 13/09/2018 al 05/11/2018
AutoreChristian Lapie
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoMIMMO SCOGNAMIGLIO ARTE CONTEMPORANEA
IndirizzoVia Goito 7 - Milano - Lombardia
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giusi Affronti
Giusi Affronti (Palermo, 1985) è storico dell’arte e curatore; vive a Milano e Palermo e lavora nella ricerca su linguaggi e fenomenologie della cultura visiva contemporanea. Si laurea a Palermo e, poi, trascorre due anni tra Milano e Roma per un master in Museologia, Museografia e Gestione dei Beni Culturali, dove impara a sperimentare pratiche di project management e strategie di comunicazione, marketing e fundraising applicate alla cultura. Dal 2011 si occupa di progettazione e curatela di arte contemporanea presso musei, fondazioni, gallerie e spazi indipendenti; ha collaborato con RISO. Museo d’Arte Contemporanea della Sicilia (Palermo), Farm Cultural Park (Favara), Fondazione VOLUME! (Roma), Nuvole, Galleria X3, neu [nòi] - spazio al lavoro (Palermo). Ha pubblicato saggi e testi in cataloghi e pubblicazioni indipendenti. Oggi è redattore per le testate Artribune e Q Code Magazine, dove è autore di un blog di critica d’arte narrativa, “So Contemporary!”. Di un’isola (panama sulla testa e sandali ai piedi) ha sempre necessità, ché - come scrive Gesualdo Bufalino – “l’insularità, voglio dire, non è una segregazione solo geografica, ma se ne porta dietro altre: della provincia, della famiglia, della stanza, del proprio cuore”.