Ian Tweedy e la pittura. A Roma

Monitor, Roma ‒ fino al 16 giugno 2018. L’artista torna nella Capitale dopo diversi anni di assenza con una mostra pittorica, profonda e matura. Ad accogliere le belle opere che compongono la personale la galleria Monitor di Roma e Lisbona.

Torna a Roma Ian Tweedy (Hann, 1982). È un artista maturo, che ha ragionato sulla pittura e sulle sue possibilità. Le immagini, come momenti di vita, di storia personale ‒ quella che vede l’artista nascere in Germania, transitare in Italia, vivere a New York ‒, ma anche della grande Storia ‒ quella con la S maiuscola ‒ si sovrappongono in una stratificazione continua, da analizzare con tecniche di carotaggio o anche solo aguzzando la vista.
Fra giochi di trasparenze e ombre, tra astrazioni e presenze fitomorfiche, dalle quali emerge forte l’assimilazione dell’esperienza americana e dell’immaginario a essa collegato. E ci sono la sofferenza, la malattia, l’autofiction e anche qualche influenza dantesca, ad esempio in una tela come MRI, forse quella più “fuori dal coro” in mostra. E, infine, ci lascia qualche indizio per il futuro, in una pittura che va verso la progressiva smaterializzazione, come dimostra l’opera Brush, nella quale il senso di incompiutezza si trasforma in desiderio, quello di godere presto di una “prossima puntata”.

Santa Nastro

Evento correlato
Nome eventoIan Tweedy - My Wall
Vernissage19/04/2018 ore 19
Duratadal 19/04/2018 al 16/06/2018
AutoreIan Tweedy
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoMONITOR
IndirizzoVia Sforza Cesarini 43a-44 - Roma - Lazio
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Santa Nastro
Santa Nastro è nata a Napoli nel 1981. Laureata in Storia dell'Arte presso l'Università di Bologna con una tesi su Francesco Arcangeli, è critico d'arte, giornalista e comunicatore. Attualmente è membro dello staff di direzione di Artribune. È inoltre autore per il progetto arTVision – a live art channel, ufficio stampa per l’American Academy in Rome e Responsabile della Comunicazione della Fondazione Pino Pascali. Dal 2011 collabora con Demanio Marittimo.KM-278 diretto da Pippo Ciorra e Cristiana Colli, con Re_Place, Mu6, L’Aquila e con Arte in Centro. Dal 2006 al 2011 ha collaborato alla realizzazione del Festival dell'Arte Contemporanea di Faenza, diretto da Angela Vettese, Carlos Basualdo e Pier Luigi Sacco. Dal 2005 al 2011 ha collaborato con Exibart nelle sue versioni online e onpaper. Ha pubblicato per Maxim e Fashion Trend, mentre dal 2005 ad oggi ha pubblicato su Il Corriere della Sera, Arte, Alfabeta2, Il Giornale dell'Arte, minima et moralia e saggi testi critici su numerosi cataloghi e pubblicazioni.