Presentato il progetto Puglia.Circuito del Contemporaneo. I dettagli

Si è tenuta a Roma, presso la Galleria Nazionale, la conferenza stampa del progetto Puglia.Circuito del Contemporaneo, un’ambiziosa programmazione triennale arrivata prima in graduatoria nell’ambito del tematismo “Manifestazioni espositive” e cofinanziato dalla Regione Puglia a seguito dell’Avviso Pubblico riguardante le Attività Culturali “Patto per la Puglia FSC 2014-2020”. Il progetto itinerante, ideato e curato dalla storica dell’arte Giusy […]

Un'opera di Andrei Molodkin in allestimento a Barletta
Un'opera di Andrei Molodkin in allestimento a Barletta

Si è tenuta a Roma, presso la Galleria Nazionale, la conferenza stampa del progetto Puglia.Circuito del Contemporaneo, un’ambiziosa programmazione triennale arrivata prima in graduatoria nell’ambito del tematismo “Manifestazioni espositive” e cofinanziato dalla Regione Puglia a seguito dell’Avviso Pubblico riguardante le Attività Culturali “Patto per la Puglia FSC 2014-2020”. Il progetto itinerante, ideato e curato dalla storica dell’arte Giusy Caroppo, è promosso dalla Fondazione Ettore Pomarici Santomasi di Gravina di Puglia, dall’associazione Eclettica Cultura dell’Arte di Barletta e dal Polo Museale della Puglia.

UN PROGETTO PER TUTTA LA REGIONE

Puglia.Circuito del Contemporaneo, che coinvolge da nord a sud le maggiori città della regione, ha come obiettivo quello di costruire sul territorio pugliese un’identità di riferimento forte per l’organizzazione di mostre d’arte contemporanea, all’interno dei siti di rilevanza storico artistica e paesaggistica che guardano non solo all’idea di museo temporaneo diffuso, ma anche ad una nuova promozione e fruizione dei luoghi della cultura periferici con progetti dedicati alla creatività, all’inclusione sociale alla riqualificazione urbana e all’accessibilità. Durante la presentazione del progetto, introdotta da Giusy Caroppo, hanno preso la parola tutti gli attori coinvolti nella manifestazione come : Mariastella Margozzi, (Direttrice del Polo Museale della Puglia), Mario Burdi (Presidenti della Fondazione Santomasi), Stefano Faccini (Associazione Eclettica), Pasquale Cascella (Sindaco della Città di Barletta), Antonella Agnoli (l’assessore alla Cultura del Comune di Lecce), il curatore della sezione “The life of things” Marco Petroni, Giuseppe Arnesano (storico dell’arte e curatore esecutivo della mostra “Victory of Pain” per la Fondazione Morra), il gallerista Giampaolo Abbondio e l’artista Sergio Racanati. Tra gli ospiti anche Mimma Pisani.

DUE MOSTRE IN APERTURA

In occasione della conferenza stampa romana sono state presentate le prime due esposizioni inaugurali dell’interno progetto che tracciano una narrazione intensa tra storia, politica e trascendenza. Il prossimo 24 aprile presso il Castello di Barletta, si inaugura Vicotry of Democracy dell’artista russo Andrei Molodkinmentre mercoledì 25 aprile, invece, a Gravina di Puglia Victory of Pain ci sarà l’opening della mostra che omaggia il grande Vettor Pisani. La curatrice di Puglia. Circuito del Contemporaneaneo Giusy Caroppo ha commentato: “Gravina in Puglia è una cittadina dell’entroterra, aperta su Matera, che emana un’energia strana, quasi fosse pervasa da una forza misteriosa; un viatico perfetto all’immaginario di Vettor Pisani. Ho così pensato alla Vergine Nera, una  delle opere di Vettor Pisani maggiormente ricche di simbologia, dalla lettura plurima. Perfetta da collocare nello spazio modesto, ma non per questo anonimo, di un deposito lapideo dalla conformazione absidale, in questo Palazzo-Museo tutto da scoprire,  per di più di fonte ad una cripta affrescata. E la discrezione, con cui abbiamo collocato questa Addolorata grazie alla collaborazione della Fondazione Morra che è stato funzionale a creare un contrasto stridente con la mastodontica installazione di Barletta, di Andrei Molodkin. Le unisce un senso di mestizia, nel nero sublime. Eppure qui scorre la vita, seppur fragile; è nelle lumache vive e, nei disegni, nei simboli sessuali che campeggiano leggeri e “viscidi” infrangendo, senza cadere nella blasfemia, quel momento mistico al quale ci conduce la Vergine Nera”.

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.