Tre artisti e il collage. A Bologna

Art Forum Contemporary, Bologna ‒ fino al 20 aprile 2018. A cura dell’artista Marco Neri, la mostra “A3” mette in scena il lavoro di Sergia Avveduti, Cesare Biratoni, Stefano Peroli. Offrendo una riflessione sulla pratica e sulla questione generazionale.

A3. Exhibition view at Art Forum Contemporary, Bologna 2018
A3. Exhibition view at Art Forum Contemporary, Bologna 2018

Tre artisti – anzi quattro, perché uno per l’occasione fa il curatore ‒ sono in mostra a Bologna da Art Forum Contemporary. A progettare il congegno espositivo è Marco Neri, classe 1968, che invita a esporre tre colleghi, uniti dal fattore generazionale, dall’attitudine artistica e, infine, dalla pratica. Sono Sergia Avveduti, Cesare Biratoni, Stefano Peroli, artisti che, come scrive il curatore coetaneo, meritano un approfondimento ‒ specie col senno di poi ‒ perché dagli Anni Novanta in avanti troppi fuochi di paglia hanno inutilmente offuscato la scena artistica, italiana e non solo”.
Il focus orgoglioso su una generazione dai contenuti forti, ma discreta nei movimenti, è il gesto di sfida che si realizza nella proposta limpida di una serie di collage, ognuno dei quali con una propria densa identità. La Avveduti costruisce con i paesaggi delle riviste d’antan del Touring Club nuovi landscape, ardite architetture, località intime. Biratoni, invece, fa entrare i suoi personaggi nell’anonimato: quello che per Sergia è la realizzazione di mondi, in un gioco di pieni, per l’artista nato a Barcellona è una iniziativa fatta di vuoti e di solitudini. Sta a Peroli, varesotto, metterci, con senso pratico, la faccia, ma solo quella, in un’opera tutta gestuale che cerca di irreggimentare sul supporto sconcertante di carta millimetrata. Delicatissimi, questi lavori rispondono alle intuizioni curatoriali: “Al di là dei clamori e delle soddisfazioni pubbliche, il collage è per sua natura un linguaggio visivo privato, in cui potersi esprimere liberamente, a cui si dedica ‒ per chissà quali motivi ‒ chi è stato appunto “privato” di qualcosa”.

Santa Nastro

Evento correlato
Nome eventoUna mostra A3
Vernissage10/03/2018 ore 18,30
Duratadal 10/03/2018 al 20/04/2018
AutoriCesare Biratoni, Sergia Avveduti, Stefano Peroli
CuratoreMarco Neri
Generiarte contemporanea, collettiva
Spazio espositivoGALLERIA ARTFORUM
IndirizzoVia Dei Bersaglieri 5/e - Bologna - Emilia-Romagna
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Santa Nastro
Santa Nastro è nata a Napoli nel 1981. Laureata in Storia dell'Arte presso l'Università di Bologna con una tesi su Francesco Arcangeli, è critico d'arte, giornalista e comunicatore. Attualmente è membro dello staff di direzione di Artribune. È inoltre autore per il progetto arTVision – a live art channel, ufficio stampa per l’American Academy in Rome e Responsabile della Comunicazione della Fondazione Pino Pascali. Dal 2011 collabora con Demanio Marittimo.KM-278 diretto da Pippo Ciorra e Cristiana Colli, con Re_Place, Mu6, L’Aquila e con Arte in Centro. Dal 2006 al 2011 ha collaborato alla realizzazione del Festival dell'Arte Contemporanea di Faenza, diretto da Angela Vettese, Carlos Basualdo e Pier Luigi Sacco. Dal 2005 al 2011 ha collaborato con Exibart nelle sue versioni online e onpaper. Ha pubblicato per Maxim e Fashion Trend, mentre dal 2005 ad oggi ha pubblicato su Il Corriere della Sera, Arte, Alfabeta2, Il Giornale dell'Arte, minima et moralia e saggi testi critici su numerosi cataloghi e pubblicazioni.