Ecco cosa fare e dove andare durante miart. I nostri suggerimenti

Ritorna il consueto appuntamento con miart, fiera d’arte moderna e contemporanea di Milano: ecco una piccola guida di tutti gli eventi da non perdere durante la fiera

A Milano c’è un gran fermento mentre si inaugura la nuova edizione di miart, fiera d’arte moderna e contemporanea. Anche quest’anno troviamo al timone il direttore  Alessandro Rabottini che può contare su un incremento positivo degli stand espositivi sia italiani che internazionali. Ma come scegliere tra un opening e l’altro? Per orientarsi tra i vari incontri, party, talk e mostre, Artribune, come di consueto, ha realizzato la mitica Agendissima, un vademecum fondamentale per organizzare le vostre giornate: quindi scaricatela, stampatela e consultatela. Nel frattempo ecco la nostra selezione degli eventi fuori fiera da non perdere.

– Valentina Poli 

1. LA PIETÀ DI BARRY X BALL AL CASTELLO SFORZESCO 

Collezione Maramotti. Erick Swenson, Barry X Ball, Tom Sachs, Mark Manders, Kiki Smith. Photo Carlo Vannini

Rielaborare celebri sculture è il mantra che viene ripetuto da Barry X Ball (Pasadena, California, 1955) negli ultimi anni. É la sua ricerca, la sua poetica, il suo obiettivo. Il Museo d’Arte Antica del Castello Sforzesco a Milano ospita suoi interventi, come un’inedita interpretazione della Pietà michelangiolesca conservata presso la Sala degli Scarlioni, dove sono raccolti alcuni capolavori della scultura rinascimentale lombarda. Sempre nello stesso spazio viene allestita Pseudogroup of Giuseppe Panza (1998-2001) un ritratto in nove esemplari del noto collezionista e mecenate che acquistò le opere di Ball a partire dagli anni Ottanta. Anche in questo caso l’artista si ispira al passato, alla ritrattistica romana di età repubblicana. 

Milano // dal 12 aprile fino 31 dicembre 2018
Museo d’Arte Antica del Castello Sforzesco
Piazza Castello, 20121 Milano MI
https://www.milanocastello.it/it/content/barry-x-ball-pietà

2. UNO SGUARDO AL PASSATO: EDOARDO TRESOLDI 

Edoardo Tresoldi, Basilica di Siponto, 2016, Parco archeologico di Santa Maria di Siponto, Manfredonia (FG), ph. Roberto Conte

Riferimenti ai maestri del passato, alle grandi architetture classiche e il trionfare della luce. Tutto questo per descrivere l’installazione al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia di Edoardo Tresoldi (Milano, 1987). L’opera s’intitola Sacral ed è stata presentata per la prima volta nel 2016 all’Ex Dogana a Roma nella mostra Il paradiso inclinato. Si colloca fuori dal tempo e offre al visitatore uno spazio senza riferimenti in netto contrasto con la struttura ospitante. Il Museo ha una lunga storia: in principio luogo dedicato alla spiritualità poi trasformato in monastero olivetano, poi ancora in ospedale, caserma militare fino al 1953 con la definitiva inaugurazione come Museo.

Milano // fino 30 settembre 2018
Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia 
Via S. Vittore 21, 20123 Milano
http://www.museoscienza.org

3. L’ARCHEOLOGIA GONFIABILE DI JEREMY DELLER

Jeremy Deller, Sacrilege

La Fondazione Trussardi presenta una grande installazione gonfiabile al parco delle sculture di CityLife. Una riproduzione in scala 1:1 del sito archeologico di Stonehenge realizzata dal vincitore del Turner Prize del 2004 Jeremy Deller (Londra, 1966); il progetto è curato da Massimiliano Gioni. Sacrilege, il nome dell’opera, ha una lunga storia. Creata per il Festival Internazionale di Arti Visive di Glasgow venne poi esposta in occasione delle Olimpiadi del 2012 a Londra per poi viaggiare per il mondo: Madrid, Parigi, Sydney, Hong Kong, per approdare ora a Milano fino al 15 aprile.

Milano // dal 12 al 15 aprile 2018
Parco CityLife
Viale Eginardo 7, 20145 Milano
http://www.fondazionenicolatrussardi.com

4. L’ANIMAZIONE ARTISTICA DI ANDREA MASTROVITO

Andrea Mastrovito durante la realizzazione di V.I.T.R.I.O.L. presso lo stabilimento farmaceutico Angelini, Ancona 2016

Ritorna, dopo 13 anni, Andrea Mastrovito (Bergamo, 1978) alla Fondazione Stelline per presentare NYsferatu: Symphony of a Century. Uno dei suoi progetti più impegnativi: un film muto, animato da 35mila disegni realizzati a mano che combinano musica e impegno comunitario. Può essere definito come un remake del capolavoro del ’22 del regista tedesco Friedrich Willhem Murnau (adattamento del “Dracula” di Bram Stoker) ambientato tra l’odierna Siria e una New York martoriata da tensioni sociali e violenze. Inoltre, la proiezione sarà accompagnata da una piccola mostra di disegni originali ed opere realizzate ad hoc.

Milano // dal 11 al 18 aprile 2018
Fondazione Stelline 
l Palazzo delle Stelline, Corso Magenta, 61, 20123 Milano
https://www.stelline.it/it/la-fondazione/mostre/nysferatu-symphony-century-andrea-mastrovito

5. RÄ DI MARTINO PROTAGONISTA AL MUSEO DEL NOVECENTO

Rä di Martino, The Sun or an Electric Light #2, 2017

Anche quest’anno ritorna il consueto appuntamento con la mostra dedicata al vincitore del Premio ACACIA – Associazione Amici Arte Contemporanea Italiana – presso il Museo del Novecento. Il progetto espositivo ha come protagonista alcune opere di Rä di Martino (Roma, 1975): il video Copies récentes du paysages ancienne/ Petite histoire des plateaux abandonnès (2012), l’opera fotografica The Sun or an Electric Light # 7 (2017); entrambi entreranno a far parte della collezione ACACIA che è stata donata al Museo del Novecento. Inoltre, in occasione della mostra, è stata anche esposta The Sun or an Electric Light (Eureka Palm) scultura realizzata nel 2017.

Milano // dal 9 aprile al 10 giugno 2018
Museo del Novecento
Via Guglielmo Marconi, 1, 20122 Milano
http://www.museodelnovecento.org/it/

6. UN CATALOGO RAGIONATO PER OMAGGIARE STEFANONI

Tino Stefanoni

La Galleria Robilant+Voena ha inaugurato il 27 marzo la mostra Tino Stefanoni, la realtà e la magia curata da Elena Pontiggia e dedicata all’artista Tino Stefanoni (Lecco, 1937, Lecco 2017) recentemente scomparso. Per omaggiarlo, il 13 aprile verrà presentato un grande catalogo ragionato; durate la serata interverranno Elena Pontiggia, Ornella Mignone, Valerio Dehò e l’incontro sarà moderato da Giacomo Nicolella Maschietti. 

Milano // 13 aprile 2018 ore 18:30
Galleria Robilant+Voena
Via Fontana, 16, 20122 Milano
https://www.robilantvoena.com

7. TRA SCULTURA, SCRITTURA E DISEGNO: GIANANDREA POLETTA 

Gianandrea Poletta, Moonwalk – installazione

Non solo artista ma anche scrittore. Sabato 14 aprile presso la Marsèlleria, Gianandrea Poletta presenta il suo primo libro, TABOO, realizzato in collaborazione con Untitled Association e edito da Cura.books. Nella pubblicazione vengono raccolti una serie di storie scritte in prima persona, immagini lo-fi scattate da cellulare e una ricca serie di disegni a penna e pennarello.

Milano // 14 aprile 2018 ore 19:30
Marsèlleria
Via Privata Rezia, 2, 20135 Milano
http://www.marselleria.org

8. UNO STUDIO LEGALE SI VESTE AD ARTE DURANTE MIART

Collezione Giuseppe Iannaccone. Installation view at La Triennale di Milano, 2017. Photo Dario Lasagni

Quinto appuntamento con il ciclo di mostre IN PRATICA ospitate dall’avvocato Giuseppe Iannaccone nel suo studio legale dove conserva la maggior parte della propria collezione d’arte moderna e contemporanea. Il progetto nasce con l’intento di proporre, attraverso il susseguirsi di piccole mostre, un continuo confronto tra artisti già consacrati nel panorama internazionale e quelli emergenti che vengono invitati a realizzare progetti site-specific. In occasione di Miart 2018 sono esposti i lavori di 10 giovani artisti albanesi – Silva Agostini, Bora Baboçi, Fatlum Doçi, Lek M Gjeloshi, Jetmir Idrizi, Iva Lulashi, Alket Frashëri, Remijon Pronja, Alketa  Ramaj e Stefano Romano – in un progetto a cura di Adrian Paci e Rischa Paterlini, con la speciale collaborazione del Professor Zef Paci.

Milano // dal 15 aprile al 13 luglio 2018
Collezione Giuseppe Iannaccone
Corso Matteotti 11, 20121 Milano
http://www.collezionegiuseppeiannaccone.it/news/

9. L’IMPROVVISAZIONE AL MUSEO DEL NOVECENTO 

Museo del Novecento, Milano

Presso la sala Fontana nel Museo del Novecento, in collaborazione con Fondazione Furla, é stata organizzata una serie di appuntamenti dedicati alle performance tra la fine del 2017 e aprile 2018 con artisti sia nazionali che internazionali. Il 14 aprile sarà la volta di Christian Marclay (San Raael, California, 1955) che presenterà un lavoro musicale basata sull’improvvisazione dove i suoni degli strumenti si fondono con quelli di oggetti comuni. Ci sarà la partecipazione di Con Okkyung Lee al violoncello e Luc Müller alle percussioni. 

Milano // il 14 aprile 2018 ore 20:30
Museo del Novecento
Via Guglielmo Marconi, 1, 20122 Milano
http://www.museodelnovecento.org/it/

10. SPAZIO ALLA PERFORMANCE DURANTE MIART

Teresa Margolles,Pista de baile de la discoteca, ”Tlaquepaque” (Pista da ballo della discoteca”Tlaquepaque”), 2016, Stampa su carta cotone, Prostituta transessuale in piedi sul pavimento della pista da ballo del club demolito a Ciudad Juárez, Mexico, 45×64,5 cm, con cornice Courtesy dell’artista

Tra i numerosi eventi organizzati in occasione di miart la performance ne è, forse, la Regina. Si parte dal 9 aprile con Guido Van Der Werve, poi con Prisma alla Triennale Teatro dell’Arte l’11 e 12 aprile, il 13 si continua con Teresa Margolles al PAC, Marcello Maloberti alla GAM e Will Benedict alla Chiesa San Paolo in Converso e si conclude il 14 con Christian Marclay al Museo del Novecento e con la performance degli studenti dell’Accademia di Brera.

Milano // il 11-12 aprile 2018
Prisma-Triennale Teatro dell’Arte – ore 21

Milano // il 13 aprile 2018
Marcello Maloberti – GAM – ore 19
Teresa Margolles – PAC – ore 19:30 
Will Benedict – Chiesa San Paolo in Converso – ore 22:30

Milano // il 14 aprile 2018 
Apnea – Acquario Civico di Milano – ore 19
Christian Marclay – Museo del Novecento – ore 20:30

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Poli
Nata a Venezia, laureata in Conservazione e Gestione dei Beni e delle Attività Culturali presso l'Università Ca' Foscari di Venezia, ha frequentato il Master of Art presso la LUISS a Roma. Da sempre amante dell'arte ha maturato più esperienze nel settore della didattica progettando e gestendo laboratori, in quello della preparazione di piccoli e grandi eventi culturali, nel settore delle gallerie d'arte e in campo giornalistico con collaborazioni con riviste del settore. Oggi vive a Roma.

1 COMMENT

Comments are closed.