Innovazione&cambiamento nell’arte. In un talk a Milano promosso da Artribune presso l’IQOS Embassy

Artribune inaugura la Art Week milanese in occasione della fiera miart con un talk presso l’IQOS Embassy che parla di innovazione e cambiamento nell’arte. Con Stefano Arienti e Liliana Moro

Stefano Arienti. Photo credit Anna Positano, Opfot. Courtesy of the artist
Stefano Arienti. Photo credit Anna Positano, Opfot. Courtesy of the artist

Artribune inaugura l’Art Week di Milano con il talk dal titolo “Game changer. Esistono regole d’oro?”, un progetto a cura di Arianna Rosica che si svolgerà all’IQOS Embassy di Foro Bonaparte 50 a Milano il 9 aprile alle 19.30. L’arte, l’architettura, il design influiscono sul modo di approcciarsi a oggetti e situazioni, e sono perfetti esempi di come spesso, infrangendo le norme date e introducendo nuovi metodi, si arrivi a risultati straordinari.

Liliana Moro
Liliana Moro

IL TALK

A partire da queste considerazioni, il talk “Game changer. Esistono regole d’oro?” offrirà l’opportunità di una riflessione sull’idea di innovazione e di cambiamento nel mondo dell’arte contemporanea, attraverso i punti di vista di Stefano Arienti e Liliana Moro, fra i più grandi artisti italiani, Achille Mauri, intellettuale e imprenditore, e i due moderatori Gianluca Riccio, storico dell’arte, e Damiano Gulli, esperto di comunicazione. Le parole saranno accompagnate da video e immagini con le opere degli artisti, che racconteranno al pubblico la propria poetica, tra gioco, innovazione, idee e divertimento. E da un cocktail a fine serata. Attenzione: l’ingresso è riservato ad un pubblico adulto ed è obbligatorio confermare la presenza. Perciò, RSVP!

Milano// 9 aprile 2018, 19.30
IQOS EMBASSY
Foro Bonaparte, 50
RSVP: è indispensabile confermare la propria partecipazione su:
[email protected]. Ingresso in lista (riservato ad un pubblico adulto)

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.