A Foggia nasce RoMa una bottega per il contemporaneo, con il sostegno della Regione Puglia

A Foggia apre un nuovo spazio dedicato all’arte, con il sostegno delle Politiche Giovanili della Regione Puglia. Ne Abbiamo parlato con Francesca Roberto, ideatrice del progetto insieme al fratello Davide

RoMa Bottega D’arte

C’è chi abbandona le proprie città d’origine perché crede che non possa esserci un futuro e chi, invece, investe, lotta e crea delle interessanti e stimolanti realtà che coinvolgono la comunità. Proprio d’amore per la propria terra abbiamo parlato con Francesca Roberto che ha appena inaugurato, con il fratello Davide – che si occupa della comunicazione -, l’atelier d’arte contemporanea RoMa a Foggia, un progetto reso possibile dall’iniziativa delle Politiche Giovanili della Regione Puglia.

IL PROGETTO

“Foggia è la mia città”,racconta ad Artribune Francesca Roberto,“ed io credo nella mia terra e non ho mai pensato di lasciarla anche quando mi hanno proposto di trasferirmi al nord o a Londra. Credo nel mio territorio e grazie all’iniziativa PIN della regione Puglia è possibile per noi giovani fare qualcosa di concreto senza abbandonare le proprie radici. È proprio da queste che nasce il nome RoMa dalle iniziali dei cognomi dei miei genitori Roberto e Maggi”. Uno spazio espositivo con le opere appese alle pareti e un laboratorio con due grandi tavoli. Perché non sarà solamente una bottega ma anche uno spazio creativo per realizzare oggetti che verranno poi venduti. Per esempio adesso sono presenti dei gioielli di una linea chiamata Palì prodotti da Licia e Patrizia Maggi.“L’idea di RoMa ha origine da un’epifania”, continua la Roberto, “ho frequentato l’istituto d’arte e da sempre riproduco le grandi opere. Ero solita decorare gli oggetti riproducendo opere d’arte e mi sono chiesta: perché continuare a riproporre grandi artisti e non realizzare dei progetti artigianali che possano favorire e far conoscere i professionisti pugliesi? Ed ecco che è nata la bottega RoMa”.Anche il logo deriva dalla storia dell’arte: delle piccole macchie di colore giallo, rosso, verde e blu che ricordano le grandi tele di Mirò, collegamento imprescindibile al passato e alla lunga tradizione artistica tanto amata.  “Il negozio è piccolino, confortevole e ben organizzato” è l’opinione delle persone che hanno partecipato all’inaugurazione. A ben sperare per il futuro.

UN RITORNO ALLA MANUALITÁ

Ma non è finita qui. La bottega si propone di essere molto di più di un semplice spazio per la vendita di oggetti al dettaglio. “Adesso stanno trasformando tutti gli istituti artistici in licei”, conclude Francesca,“e si sta perdendo quella manualità che è fondamentale per un artigiano. Proprio per questo, in collaborazione con alcuni professionisti, mi piacerebbe creare dei laboratori non solo per i più giovani ma aperti a tutti per riproporre la tradizione che oggi è stata persa. Il mosaico ad esempio è usato fin dall’antichità: grandi artisti e artigiani hanno studiato e affinato questa tecnica. Perché perderla?”.

– Valentina Poli

 

RoMa Bottega D’arte
Via Arpi 17, Foggia
http://www.bottegadarteroma.com

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Poli
Nata a Venezia, laureata in Conservazione e Gestione dei Beni e delle Attività Culturali presso l'Università Ca' Foscari di Venezia, ha frequentato il Master of Art presso la LUISS a Roma. Da sempre amante dell'arte ha maturato più esperienze nel settore della didattica progettando e gestendo laboratori, in quello della preparazione di piccoli e grandi eventi culturali, nel settore delle gallerie d'arte e in campo giornalistico con collaborazioni con riviste del settore. Oggi vive a Roma.