Da Thomas Cole a Ed Ruscha. La National Gallery di Londra celebra l’arte americana

Questa estate sarà in mostra, per la prima volta nel Regno Unito, la serie dei 10 dipinti di Ed Ruscha sulla natura ciclica della civiltà, accanto all’omonimo e monumentale ciclo pittorico 800esco di Thomas Cole che lo ha ispirato

Ed Ruscha
Ed Ruscha, Blue Collar Tech-Chem, 1992 © Ed Ruscha photography Paul Ruscha

Nel 2005 Ed Ruscha (Omaha, 1937) ha rappresentato gli Stati Uniti alla 51. Biennale di Venezia con un’installazione che evocava il famoso ciclo pittorico di Thomas Cole, The Course of Empire, una sequenza di dipinti monumentali realizzati dal paesaggista americano tra il 1833 e il 1836. Entrambe le serie riecheggiano le preoccupazioni dei due artisti sulla condizione degli Stati Uniti. Ma, a differenza della visione grandiosa di Cole dell’ascesa e della caduta di una civiltà classica, con lo stesso paesaggio raffigurato in vari stati di degrado, il Corso dell’Impero di Ruscha si concentra sugli edifici industriali di Los Angeles, strutture semplici, utilitaristiche, a forma di scatola e senza pretese estetiche, ma significativi dal punto di vista della potenza economica e della portata globale. Ora quella stessa serie di 10 lavori presentata alla Biennale potrà essere vista per la prima volta nel Regno Unito in versione restaurata, contemporaneamente al ciclo di Cole, tuttora esposto nelle Gallerie del pianterreno della National Gallery di Londra. “Ruscha è stato a lungo affascinato dal ciclo pittorico di Thomas Cole”, afferma Christopher Riopelle, curatore di pittura post ottocentesca alla National Gallery. “Cole usava il paesaggio per introdurre un’allegoria nella pittura americana e Ruscha ha accettato la sfida. Il fatto che i due cicli siano contemporaneamente insieme alla National Gallery ci offre un’opportunità unica per confrontare come due artisti, a distanza di più di 140 anni, si siano avvicinati allo stesso argomento”.

– Claudia Giraud

Londra // dall’11 giugno al 7 ottobre 2018
Ed Ruscha – Course of Empire
Thomas Cole – Eden to Empire
www.nationalgallery.org.uk

 

Dati correlati
AutoreEd Ruscha
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è responsabile dell'area Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica musicale "Art Music". E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).