Inscatolare il troppo. Una mostra a Venezia

Galleria A plus A, Venezia ‒ fino al 31 gennaio 2018. La galleria veneziana ospita la collettiva supervisionata dagli studenti del corso per aspiranti curatori. Una riflessione sul concetto di “troppo”, in un’epoca dominata dalla sovrabbondanza di informazioni e input visivi.

Nuovo appuntamento con la mostra collettiva organizzata dagli studenti del Corso in pratiche curatoriali e contemporanee promosso dalla galleria A plus A di Venezia. Stavolta l’attenzione si focalizza su un quesito, schietto e attuale: how much is too much? Le logiche dell’eccesso trovano nei lavori degli artisti selezionati una risposta che tende a sottolinearne gli effetti deflagranti grazie alla tecnica del “contenimento”, vero e proprio antidoto alle conseguenze di un “troppo” dilagante e vorace. Ecco allora che l’installazione all-over di Giles Round ricorda allo sguardo, e alla mente, il valore del limite, mentre l’opera minimale di Benjamin Hirte evoca il senso di una necessaria canalizzazione di informazioni. Le matrioske abitative di Oliver Czarnetta ‒ vittima del furto di una delle sue creazioni durante la serata inaugurale ‒ sembrano condensare una dinamica implosiva e l’installazione di Vanessa Safavi richiama le sembianze di un testimone silenzioso e impotente, afflosciato dietro sbarre perentorie. Concedendo tuttavia allo sguardo un ventaglio di alternative ancora possibili.

Arianna Testino

Evento correlato
Nome eventoHow much is too much?
Vernissage28/09/2017 ore 18
Duratadal 28/09/2017 al 31/01/2018
Generiarte contemporanea, collettiva
Spazio espositivoA PLUS A GALLERY
IndirizzoSan Marco 3073, 30124 - Venezia - Veneto
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Arianna Testino
Nata a Genova nel 1983, Arianna Testino si è formata tra Bologna e Venezia, laureandosi al DAMS in Storia dell’arte medievale-moderna e specializzandosi allo IUAV in Progettazione e produzione delle arti visive. Dal 2015 lavora nella redazione di Artribune. Attualmente dirige l’inserto cartaceo Grandi Mostre ed è content manager per il sito di Sky Arte, curato da Artribune. Nel 2012 ha pubblicato il saggio "Michelangelo Pistoletto. L'unione di vita, parole e opera" e nel 2016 "Un regard sur l’art contemporain italien du XXIe siècle" (con Marco Enrico Giacomelli).