Archetipi e dintorni. Andreas Senoner a Bari

Dopplegaenger, Bari – fino al 5 dicembre 2017. Andreas Senoner si autorappresenta in un repertorio ligneo con rimandi al natale Alto Adige. In una riflessione inedita tra identità e genius loci.

Andreas Senoner, Layers, 2017, exhibition view at Doppelgaenger, Bari 2017
Andreas Senoner, Layers, 2017, exhibition view at Doppelgaenger, Bari 2017

Torna alla galleria Dopplegaenger l’artista altoatesino Andreas Senoner (Bolzano, 1982) con la personale Heritage, titolo che richiama sia retaggi del precedente intervento sia l’eredità genetica intesa come sedimentazione di archetipi. Non nella valenza junghiana, ricorda Vittorio Parisi in catalogo, ma in quella fisiologica di trasmissione neuronale. Un patrimonio incanalato in primis nel materiale, i legni dei suoi boschi sapientemente intagliati e consegnati a un’autorappresentazione espressa per frammenti, per ritratti o lacerti di arti, reliquie o ex-voto, integrati da pennellate di colore, incapsulati in teche o gabbie o, ancora, parzialmente rivestiti di piumaggi in un’onirica permeabilità tra uomo e animale.
Tuttavia l’equivoco iperrealista tende a rarefarsi fino a proporsi in un minimale compendio visivo, negli abiti tagliati e pressati in piccoli blocchi colorati, tracce di identità trasfigurate in geometrici reperti.

Marilena Di Tursi

Evento correlato
Nome eventoAndreas Senoner - Heritage
Vernissage05/10/2017 ore 19
Duratadal 05/10/2017 al 05/12/2017
AutoreAndreas Senoner
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoDOPPELGAENGER
IndirizzoVia Verrone 8 - Bari - Puglia
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Marilena Di Tursi
Marilena Di Tursi, giornalista e critico d'arte del Corriere del Mezzogiorno / Corriere della Sera. Collabora con la rivista Segno arte contemporanea. All'interno del sistema dell'arte contemporanea locale e nazionale ha contribuito alla realizzazione di numerosi eventi espositivi, concentrandosi soprattutto sulla promozione dei giovani artisti pugliesi dal 1988 fino ad oggi. È autrice di numerose pubblicazioni e di testi critici di presentazione dell’opera di giovani artisti, contenuti in cataloghi redatti in occasione di mostre personali e collettive. Per conto della Fondazione Corriere della Sera, in qualità di membro del consiglio scientifico, ha curato cicli di incontri dedicati all’arte contemporanea nell’ambito dell’iniziativa “Da Est a Ovest Bari incontra il mondo” (2015/2016) e “Quanto è contemporanea l’arte contemporanea?” (2016, con Marco Scotini, Achille Bonito Oliva, Domenico Fontana, Marco Senaldi). Laureata in Lettere presso l’Università degli Studi di Bari, con una tesi in Storia dell’arte contemporanea, ha conseguito la specializzazione triennale in storia dell’arte medievale e moderna presso l’Università “La Sapienza” di Roma e il titolo di Dottore di ricerca in Documentazione, catalogazione, analisi e riuso dei beni culturali presso la facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Bari. Insegna Storia dell’arte nel locale Liceo artistico.