Ritorna a novembre la Vienna Art Week. Una settimana di talk, opening e tour guidati per la città

Il rapporto tra le arti e la tecnologia e come quest’ultima abbia avuto un notevole impatto sulle dinamiche della cultura figurativa è il tema attorno a cui gira la “Vienna Art Week” di quest’anno, in programma dal 13 al 19 novembre presso la capitale austriaca. 7 giorni di dibattiti, opening e tour guidati trasformeranno Vienna in un centro nevralgico dell’arte contemporanea

Vienna Art Week. Ph. Esel Joanna Pianka
Vienna Art Week. Ph. Esel Joanna Pianka

Nonostante il clima ancora vacanziero, il mondo dell’arte contemporanea inizia a scaldare i motori in vista degli appuntamenti espositivi della imminente stagione autunnale. Proprio in questi giorni giungono dall’Austria notizie sulla prossima Vienna Art Week, l’evento artistico più atteso dell’anno nella capitale austriaca che nell’edizione 2017 si svolgerà dal 13 al 19 novembre, coinvolgendo le più importanti sedi espositive, gallerie, artisti e addetti ai lavori dell’intera città, con ben 200 eventi in programma tra aperture, interventi, proiezioni, visite guidate e talk.

Dorotheum Vienna Art Week. Ph. Esel Joanna Pianka
Dorotheum Vienna Art Week. Ph. Esel Joanna Pianka

IL TEMA DI QUEST’ANNO: IL RAPPORTO TRA ARTE E TECNOLOGIA

Il tema della Vienna Art Week di quest’anno è Transforming Technology, una riflessione su come le nuove tecnologie abbiano sempre avuto un evidente impatto anche sull’arte. “L’arte può sismograficamente misurare e riflettere criticamente sugli ultimi sviluppi tecnologici, spingere contro-movimenti analoghi come la rinascita dell’artigianato e tendenze materiali-estetiche, e riconoscere ed esprimere la qualità in un ampio campo di casualità”, spiega il direttore artistico della Vienna Art Week Robert Punkenhofer.

IL PROGRAMMA DELLA VIENNA ART WEEK

Introdotto con successo lo scorso anno, anche in questa edizione della Art Week si svolgerà la maratona di interviste presso il portico del MAK – Museo delle Arti Applicate che quest’anno è intitolata Art & Technology Line-up: esperti e artisti si riuniranno martedì 14 novembre per discutere del rapporto arte-tecnologia. Parteciperanno alla maratona, tra gli altri, l’artista multimediale Virgil Widrich, il sociologo e filologo Christina Lammer e gli artisti Axel Stockburger, Gerald Nestler e Antoni Muntadas. Mercoledì 15 è invece previsto Alternative Space Open House, un tour guidato degli spazi alternativi di Vienna in cui pulsa la scena artistica emergente della città. Sabato 18 sarà invece la volta di Open Studio, tour aperti al pubblico che condurranno alla scoperta di 50 studi di artisti che per l’occasione ne apriranno le porte ai visitatori. Altri appuntamenti da segnare in agenda sono i talk che si svolgeranno presso il Palais Dorotheum, antica casa d’aste viennese che ospiterà dibattiti incentrati sul collezionismo e il mercato dell’arte.

– Desirée Maida

Vienna Art Week
Dal 13 al 19 novembre
Vienna
2017.viennaartweek.at

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.