Il Collagistas Festival per la prima volta in Italia. A Milano il meeting mondiale del collage

Dopo Berlino, Salonicco, Eindhoven, è Milano la città scelta per la quarta edizione del festival e meeting internazionale del collage analogico, organizzato da artisti per altri artisti. 51 quest’anno, da tutto il mondo.

Si terrà in Italia la prossima edizione del festival e meeting internazionale dedicato al collage analogico Collagistas Festival, e precisamente nella città di Milano, presso Stecca 3.0. Si svolgerà dal 22 al 29 settembre, nello storico quartiere Isola, noto anche per l’alta densità di associazioni che vi operano. Giunta al quarto appuntamento la rassegna, nata per celebrare l’arte del collage che ricompone (Mimmo Rotella docet) la realtà in una nuova visione, è da anni un evento organizzato da artisti e con artisti provenienti da diversi Paesi, con culture e tecniche di collage differenti. L’appuntamento si è sempre svolto all’estero e ora arriva per la prima volta sul suolo italico. “Milano è stata scelta, perché nella policy dell’organizzazione dell’evento c’è la volontà di spostarsi all’interno di vari Paesi”, racconta ad Artribune il collage artist Walter Paganuzzi che, insieme a Silvia Testa del duo TeatroBalocco, collabora all’organizzazione generale dell’evento milanese, assieme al team estero che da sempre organizza il festival e meeting internazionale.

Il Collagistas a Eindhoven nel 2016
Il Collagistas a Salonicco nel 2015

 

IL MEETING ANNUALE DEI COLLAGISTI

Si è deciso di puntare proprio al territorio italiano”, continua Paganuzzi, “storicamente di richiamo e rilevanza per arte e cultura, per portare il più possibile e in maniera diffusa la conoscenza del collage analogico e delle sue pratiche anche alla gente comune”. Tutto è iniziato nel 2014 a Berlino, dall’idea di due collage artisti con l’intento di organizzare un meeting annuale di collagisti da tutto il mondo. Non c’era interesse ad organizzare un’altra mostra di collage anche perché un importante criterio nella scelta dei partecipanti è da sempre la loro presenza di persona durante il festival. L’atmosfera e l’entusiasmo di Berlino sono stati così forti che hanno portato alla creazione della seconda edizione di Collagistas Festival nel 2015 in Grecia, a Salonicco, con ancora più partecipanti, un concerto musicale e un workshop. Nel 2016 il Collagistas si è spostato poi in Olanda, a Eindhoven, diventando più grande, con più attività, installazioni e laboratori.

Il Collagistas a Salonicco
Il Collagistas a Berlino nel 2014

 

CHI SONO GLI ARTISTI COINVOLTI

Arrivando ora in Italia, a Milano: “gli artisti coinvolti saranno 51 e arriveranno dalle parti più disparate del globo di persona, per potersi incontrare e incontrare la gente che verrà a visitare e a partecipare attivamente alla riuscita del festival”, aggiunge Paganuzzi.  In particolare, quest’anno parteciperanno artisti provenienti da: Grecia, Germania, Brasile, Paesi Bassi, Israele, U.K., Canada, Australia, Argentina, Slovenia, Spagna, USA, Finlandia, Polonia, Francia, Cile, Belgio, Irlanda, Corea del Sud, Russia e Italia “scelti principalmente in base alla loro presenza fisica durante i giorni della kermesse e per criteri di skill tecniche dal Team organizzatore dell’evento, composto esclusivamente a sua volta da collage artisti, e presenteranno un solo lavoro, mai pubblicato né esposto prima, legato al tema ‘Beautiful Monsters’”. Durante le giornate del festival si terranno workshop, presentazioni di pubblicazioni, performance e molto altro. 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.