Ettore Sottsass e il vetro. Al via a Venezia la mostra intitolata a un grande sperimentatore

Nuovo appuntamento alle Stanze del Vetro, sull’isola di San Giorgio, con un talentuoso interprete della pratica vetraria. Nel centenario della sua nascita, riflettori puntati su Sottsass e su uno stile allergico alle convenzioni.

Colore, materia, forma e compenetrazione. Sono questi i concetti usati dal curatore Luca Massimo Barbero per descrivere Ettore Sottsass: il vetro, la poderosa rassegna ospite delle Stanze del Vetro – progetto voluto da Fondazione Giorgio Cini e Pentagram Stiftung. In mostra 220 pezzi, molti dei quali tratti dalla collezione di Ernest Mourmans, che ripercorrono la sfaccettata liaison intercorsa tra il designer e architetto e la materia vetraria. Il racconto inedito, sviluppato lungo sette sale e un corridoio, mette in luce l’approccio non convenzionale di Sottsass (1917-2017) al vetro e alla tradizione muranese. Si spazia dalle serie Memphis degli Anni Ottanta, già dominate da volumi liberi e colori accesi, agli Esercizi, che affondano le radici nel basamento in marmo, dalle ironiche Kachina, in pasta di vetro e plastica, al ciclo di sculture progettate per la Millenium House di Doha. Settant’anni di sperimentazioni, contro le logiche forzate del “buon gusto”.

Arianna Testino

Evento correlato
Nome eventoEttore Sottsass - Il vetro
Vernissage08/04/2017 ore 11.30 su invito
Duratadal 08/04/2017 al 30/07/2017
AutoreEttore Sottsass
CuratoreLuca Massimo Barbero
Generidesign, arte contemporanea, personale
Spazio espositivoFONDAZIONE CINI - LE STANZE DEL VETRO
IndirizzoEx convitto Isola di San Giorgio Maggiore - Venezia - Veneto
EditoreSKIRA
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Arianna Testino
Nata a Genova nel 1983, Arianna Testino si è formata tra Bologna e Venezia, laureandosi al DAMS in Storia dell’arte medievale-moderna e specializzandosi allo IUAV in Progettazione e produzione delle arti visive. Dal 2015 lavora nella redazione di Artribune. Attualmente dirige l’inserto cartaceo Grandi Mostre ed è content manager per il sito di Sky Arte, curato da Artribune. Nel 2012 ha pubblicato il saggio "Michelangelo Pistoletto. L'unione di vita, parole e opera" e nel 2016 "Un regard sur l’art contemporain italien du XXIe siècle" (con Marco Enrico Giacomelli).