L’universo di Bernard Frize. A Firenze

Galleria Gentili, Firenze – fino all’11 marzo 2017. Va in scena la prima mostra personale fiorentina dell’artista francese Bernard Frize. Tra linee precise, cromie vibranti e lucide superfici.

Bernard Frize, Feux et Lacs n°5, 2016, acrilico e resina su tela
Bernard Frize, Feux et Lacs n°5, 2016, acrilico e resina su tela

Alludendo a differenti possibilità cromo-dinamiche, Northern Lights, Waterfalls and Oceans racconta, attraverso un gruppo di nuove tele – dal formato diverso e realizzate tra il 2015 e il 2016 –, l’universo processuale e di senso di Bernard Frize (Saint Mandé, 1954). Nel suo modus operandi, il linguaggio pittorico assume il valore di forma materiale del pensiero, al quale si aggiunge l’esperienza del reale che conferisce all’opera, informata dalla sua stessa sostanza fisica, una complessa struttura. E la tecnica diventa solidale al contenuto. Ecco perciò che il ductus pittorico, nel sintetizzare processi e tempi differenti, mostra sulla superficie del quadro uno schema preciso, misurato e definito da una sorta di trama e ordito policromi che ne vanno a configurare l’armoniosa visione.

Gino Pisapia

Evento correlato
Nome eventoBernard Frize - Northern Lights Waterfalls and Oceans
Vernissage14/01/2017 ore 18,30
Duratadal 14/01/2017 al 11/03/2017
AutoreBernard Frize
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoGALLERIA GENTILI
IndirizzoBorgo Pinti 80/R - 82/R - Firenze - Toscana
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Gino Pisapia
Classe 1981, Gino Pisapia è critico d’arte e curatore indipendente, indaga e si occupa di ricerca sulle ultimissime esperienze artistiche, vive e lavora a Firenze. Nel 2006 si è laureato in Storia dell'arte Contemporanea all'Università di Napoli, nel 2007 ha conseguito un master in Management dei Beni Culturali promosso dalla Regione Campania. Ha ideato e realizzato progetti di didattica museale integrata, nel 2008 ha scritto e diretto il documentario Astrazione Napoletana sull'opera di Renato Barisani e dal 2007 al 2010 ha collaborato con la Galleria Lia Rumma di Napoli/Milano. Ha tenuto lezioni di storia dell'arte e fatto parte di varie giurie per l'assegnazione di premi legati alla cultura e all'arte contemporanea. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati tra cui Memories; vertigine [di]segno; Tempus edax rerum; Elements; Cleo Fariselli. I suoi contributi critici sono presenti in diverse pubblicazioni. Scrive per Exibart, ArsKey e Artribune.