Sardegna Isola Megalitica: la mostra-evento che porta l’archeologia sarda attraverso l’Europa

I reperti delle antichissime culture megalitiche della Sardegna e in particolare della cultura Nuragica, vengono esposte per la prima volta in un tour internazionale che toccherà importantissimi musei. Ecco le date e le prime immagini della mostra

Nuraghe Arrubiu – Orroli (SU)
Nuraghe Arrubiu – Orroli (SU)

Berlino, San Pietroburgo, Salonicco e Napoli: sono le città interessate dal tour di Sardegna Isola Megalitica, Dai menhir ai nuraghi: storie di pietra nel cuore del Mediterraneo”, una straordinaria mostra dedicata alle antichissime culture megalitiche della Sardegna, compresa quella nuragica, che partirà a fine giugno 2021 e si concluderà a settembre dell’anno successivo, dando per la prima volta risalto internazionale a queste tematiche. L’esposizione – ultima tappa di un articolato progetto di Heritage Tourism finanziato dall’Unione Europea, sull’archeologia sarda nel contesto del Mediterraneo – ha il compito di promuovere anche all’estero la conoscenza di queste antiche civiltà che costituiscono le radici identitarie dell’isola: oggi molto si sa di loro, nonostante il mito e la leggenda abbiano spesso incrociato le ricerche degli studiosi, caricandole di grande fascino e mistero.

Gigante Mont'e Prama
Gigante Mont’e Prama

SARDEGNA ISOLA MEGALITICA: LA MOSTRA

Sardegna Isola Megalitica porterà in tour importanti reperti provenienti dai musei archeologici di Cagliari, Nuoro e Sassari, la cui storia sarà raccontata in modo coinvolgente attraverso un ricco apparato didattico e multimediale, a modellini e ricostruzioni. Eccezionalmente, grazie al Ministero della Cultura italiano e al Museo Archeologico Nazionale di Cagliari, ospite d’onore dell’esposizione sarà la grande scultura di uno dei Guerrieri di Mont’e Prama, risalente all’Età del Ferro. In ogni museo in cui la mostra sarà ospitata, inoltre, sarà sviluppato un focus in connessione con le singole collezioni dedicato alle civiltà coeve e mostrando connessioni, contatti e differenze con quella sarda. La mostra – promossa dalla Regione Sardegna, Artigianato e Commercio con il Museo Archeologico Nazionale di Cagliari e la Direzione Regionale Musei della Sardegna, con il Patrocinio del MAECI e del MIC – coprirà le seguenti tappe: il Museo Nazionale per la Preistoria e Protostoria di Berlino (dal 30/06/21 al 30/09/21) il Museo Statale Ermitage di San Pietroburgo (dal 19/10/21 al 16/01/22) il Museo Archeologico Nazionale di Salonicco (dall’11/02/22 al 15/05/22) e il MANN Museo Archeologico Nazionale di Napoli (dal 10/06/22 all’11/09/22).

Giulia Ronchi

Sardegna Isola Megalitica. Dai menhir ai nuraghi: storie di pietra nel cuore del Mediterraneo
Berlino / San Pietroburgo /
Salonicco / Napoli
dal 30 giugno 2021
all’11 settembre 2022

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Ha collaborato con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne.