Tutta la magia di Harry Potter e degli Animali Fantastici in una grande mostra a Londra

Al Natural History Museum va in scena l’incanto delle saghe di J.K. Rowling: creature immaginarie vengono accostate agli affascinanti reperti del museo per spiegare come il mondo naturale abbia influenzato miti e leggende di tutti i tempi.

Erumpent credit Jeff Spicer Getty
Erumpent credit Jeff Spicer Getty

La saga di Harry Potter è un successo letterario che dal 1997 – tradotto in oltre 70 lingue – ha conquistato i lettori di ogni generazione in tutto il mondo. Un incanto continuato con Gli Animali Fantastici: dove trovarli,  spin off del mago di Hogwarts sempre a firma della affermata scrittrice britannica Joanne Kathleen Rowling, diventato un film nel 2016. Tutto l’incanto del mondo magico diventa ora oggetto di una grande mostra al Natural History Museum: Fantastic Beasts: The Wonder of Nature, organizzata in collaborazione con la BBC e Warner Bros. Nella Galleria Waterhouse, affascinanti creature immaginarie come centauri, Nifflers, Erumpent, calamari giganti, Zouwu e la Fenice saranno accostati agli esemplari e agli oggetti storici della collezione scientifica del museo, sottolineando come il mondo naturale sia stato di ispirazione alle leggende di ogni tempo. Attraverso documentari e installazioni digitali, verrà approfondita anche la figura del magizoologo Newt Scamandro, autore fittizio di Animali Fantastici. “Riunire personaggi del mondo magico insieme ad alcune delle più fantastiche creature del mondo naturale”, spiegano gli organizzatori, “produrrà un’esperienza accattivante che mostrerà come quest’ultimo abbia ispirato leggende e storie che hanno affascinato intere generazioni”. Perché se il mondo fantasy è al centro di un grande spettacolo, la mostra vuole anche ricordare al pubblico della ricchezza della Natura e dell’importanza (e urgenza) di preservarne la biodiversità.

– Giulia Ronchi

Fantastic Beasts The Wonder of Nature
dal 22 maggio 2020 al 3 gennaio 2021
Natural History Museum
Cromwell Rd, South Kensington, Londra
https://www.nhm.ac.uk/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Attualmente collabora con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne. Cura la rubrica “Le curatrici donne più influenti nel mondo” per Marie Claire e “Storie d’amore nella storia dell’arte” per Elle.