4 bottiglie d’artista per festeggiare il nuovo anno cinese

Si sono conclusi da pochi giorni i festeggiamenti del Capodanno cinese, che ha segnato l’ingresso nell’anno della Tigre. Le multinazionali del whisky e del cognac non si sono fatte sfuggire l’occasione per mettere in commercio una serie di bottiglie d’artista. Ecco le migliori

A pochi minuti dalla Stazione Centrale di Milano, in una tranquilla via laterale, dal 1979 esiste un ristorante cinese chiamato Ta Hua. Quarant’anni nel mondo della cucina orientale nel nostro Paese sono paragonabili a ere geologiche, ed essendo questo locale uscito indenne (anzi, forse addirittura rafforzato) da tutti gli scandali e le paranoie che hanno travolto la cucina del Celeste Impero, questo ristorante familiare è diventato anche all’interno della comunità degli expat cinesi un punto di riferimento, oltre che meta di passaggio per molte figure di spicco in visita in Italia.
Se mai doveste capitare a mangiare da queste parti, dunque, alzate gli occhi dal piatto per un secondo, e date un’occhiata al lungo quadro orizzontale appeso alla parete: quella che a noi potrebbe sembrare una semplice serie di ideogrammi è in realtà l’opera del celebre artista Fan Zeng (rinomato pittore, esperto calligrafo, poeta, nonché studioso di letteratura, storia e filosofia, e direttore del Dipartimento della Pittura Cinese all’università di Pechino). Le sue opere si trovano, oltre che nella Città Proibita, nel Museo Nazionale della Cina, nel Museo Cinese di Arte Moderna, nel Museo Guimet e al Museo Rodin di Parigi. E in questo ristorante meneghino. Vi pare strano? Così non è: infatti la cultura cinese, soprattutto quella connessa alle festività, è da sempre legata al momento edonistico della tavola.
La settimana appena passata ha visto più di un miliardo di persone festeggiare all’unisono l’inizio dell’anno della Tigre, e come ogni festa che si rispetti ci si è riuniti intorno alle tavole di casa o dei ristoranti per cenare insieme, con scambi di regali fra gli ospiti: anche quest’anno tra i regali più graditi ci sono le limited edition d’artista di cognac e whisky dedicate al nuovo anno.
Infatti, il cognac e il whisky sono diventati nel Celeste Impero sinonimo di ascesa sociale per le classi medie, che li sostituiscono ai distillati nazionali come il baijiu, subendo il fascino dell’internazionale, ma utilizzandoli nella stessa maniera in cui usano i prodotti autoctoni (mentre ad esempio resta atipico il vino per gusto, gradazione e utilizzo). Le grandi multinazionali degli spirits non si sono fatte sfuggire l’occasione: da anni sfruttano la più grande festività asiatica e lanciano limited edition dedicate, con grafiche create ad hoc per l’occasione. Ecco le più belle presentate per l’anno della Tigre, con grafiche firmate da designer contemporanei.

‒ Federico Silvio Bellanca

1. MARTELL NOBLIGE LIMITED EDITION GIFTSET

Martell Noblige Limited Edition Giftset

In collaborazione con il famoso artista cinese Jacky Tsai, in questa bottiglia e nella sua couvette i tradizionali leitmotiv orientali si fondono con elementi di Pop Art occidentale. I richiami presenti sulla bottiglia sono quelli alla tigre e al rondone, scelti da Jacky Tsai come animali simbolo dell’audacia che serve per affrontare il nuovo anno.

https://www.martell.com/

 

 

2. ROYAL SALUTE 21 YEAR OLD CNY EDITION

Royal Salute 21 Year Old CNY Edition

Questo whisky dal lungo invecchiamento si presenta con indosso l’opera del pluripremiato illustratore cinese Feifei Ruan, che attualmente vive a New York. Feifei Ruan ha tratto ispirazione dai classici orientali con un cenno a elementi di fantascienza e fantasy per creare una confezione regalo che raffigura l’iconico leone della maison.

www.royalsalute.com

3. JOHNNIE WALKER BLUE LABEL (LIMITED EDITION CNY)

Johnnie Walker Blue Label (Limited Edition CNY)

L’etichetta blu (da sempre simbolo premium in casa Johnnie Walker) si presenta con un disegno complesso su tutti i lati della bottiglia rettangolare, raffigurante intricate illustrazioni dell’artista cinese Shan Jiang che rendono omaggio alla tigre (raffigurata con ali dorate) come simbolo di forza e progresso.

https://www.johnniewalker.com

4. HENNESSY X.O & V.S.O.P (CHINESE NEW YEAR 2022)

Hennessy X.O & V.S.O.P (Chinese New Year 2022)

In collaborazione con l’artista di fama internazionale Zhang Enli, Hennessy presenta un’opera d’arte vibrante ed edizioni regalo originali per celebrare la poesia, l’ottimismo e la vitalità del Capodanno cinese. L’interpretazione astratta evoca la tigre come un simbolo ancestrale di potere, successo e fiducia, con linee dinamiche e colori vivaci. Quest’anno sceglie di rendere omaggio alla tranquilla bellezza del fiume Charente a Cognac, usandolo come metafora della trasformazione e del passare del tempo.

https://www.hennessy.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Federico Silvio Bellanca
Classe 1989, scrive per diverse testate italiane (Gambero Rosso, Forbes). In ambito enogastronomico ha firmato diversi libri editi "Il Forchettiere" e "Giunti". Ha condotto e produtto per WineTv (canale 815 di Sky) varie trasmissioni a tema distillati.