L’associazione Abbonamento Musei ha lanciato un concorso letterario per raccontare l’arte

Si chiama #AMambassador: il contest è rivolto agli abbonati dell’associazione e si svolge in collaborazione con la Scuola Holden di Torino. C’è tempo fino al 28 febbraio per caricare i propri racconti sul sito.

AMbassador
AMbassador

L’associazione Abbonamento Musei ha indetto #AMambassador, un concorso letterario in collaborazione con la Scuola Holden. In un’ottica di ribaltamento di ruoli, quindi, il pubblico viene chiamato a raccontare mostre e collezioni sulla base delle proprie esperienze passate. L’iniziativa, lanciata quando i musei di tutta Italia erano ancora chiusi a causa dell’emergenza sanitaria, ha come obiettivo quello di riavvicinare il pubblico agli spazi espositivi.

#AMAMBASSADOR: COME FUNZIONA IL CONTEST LETTERARIO

Un incontro speciale, una giornata fuori dall’ordinario, una nuova scoperta, una visita rimasta particolarmente impressa: possono essere i più svariati i temi dei racconti. La condizione essenziale è che riguardino un episodio avvenuto in uno dei luoghi della rete Abbonamento Musei, che conta 450 istituzioni culturali diffuse tra Piemonte, Lombardia e Valle d’Aosta, tra cui musei, residenze reali, ville, castelli, giardini, parchi, monumenti, fortezze, siti archeologici, collezioni pubbliche e private a cui si può accedere illimitatamente per un anno con un unico abbonamento, che copre tutta la rete di musei aderenti della regione. A partire da lunedì 1 febbraio, gli abbonati potranno caricare sul sito un testo della lunghezza di una cartella (ovvero 1.800 battute). Insieme potranno allegare una foto di quel momento. Le storie saranno raccolte fino al 28 febbraio. Il progetto di selezione e successivo editing sarà svolto in collaborazione con Scuola Holden: due studentesse faranno parte della giuria che sceglierà tre racconti a settimana, uno per ciascuna regione coinvolta, pubblicandoli sui canali social di AM nella rubrica #AMambassador. In palio per le quattro storie migliori il “kit dell’ambassador”, composto da diversi gadget targati Abbonamento Musei.

#AMAMBASSADOR E LE ATTIVITÀ DI ABBONAMENTO MUSEI

I musei e i luoghi d’arte custodiscono storie preziose. Non sono solo quelle delle collezioni e delle architetture, ma anche di coloro che li rendono vivi, ovvero i visitatori con la loro curiosità e sete di conoscenza. Raccogliere e raccontare queste storie è la finalità del contest indetto da Abbonamento Musei”, spiegano gli organizzatori. Il contest rientra così in una serie di attività svolte in questi mesi dall’associazione per non perdere il contatto con il pubblico: oltre alle dirette Instagram, che si svolgono in dialogo con alcuni dei direttori delle istituzioni del circuito, è nato anche AMplify, l’informazione di Abbonamento Musei, un canale divulgativo presente su sito, newsletter e social per tenere aggiornati gli abbonati in merito a approfondimenti, collaborazioni e novità sul mondo della cultura. “Abbiamo pensato di coinvolgere i nostri abbonati una volta di più con #AMambassador, che è anche un contest letterario. Un progetto fatto di storie, esperienze e condivisione. A tutti l’invito a partecipare”, conclude Simona Ricci, direttrice di Abbonamento Musei.

– Giulia Ronchi

https://www.abbonamentomusei.it/ 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Ha collaborato con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne.