Innovazione in Italia: 10 anni di Premio Gaetano Marzotto-2031 per startup. 25 i vincitori

Premiate 25 giovani aziende con una nuova visione del mondo, capaci di sviluppare progetti dal medicale al digital, dal fashion alla meccanica, all’intelligenza artificiale. Sul sito del Premio tutti i video dei vincitori della decima edizione

Premio Marzotto, i vincitori
Premio Marzotto, i vincitori

Da dieci anni ha l’ambizione di creare una piattaforma dell’innovazione in Italia: stiamo parlando del Premio Gaetano Marzotto – 2031, giunto appunto alla sua decima edizione, intitolato a quell’illuminato imprenditore che, nella prima metà del secolo scorso, ideò e promosse un modello di welfare aziendale integrato, fondando a Valdagno la “Città sociale”.

IL PREMIO GAETANO MARZOTTO – 2031 

Un modo di fare impresa all’avanguardia, che assicurava le abitazioni agli operai e ai dirigenti, oltre a una serie di servizi: asili, scuole, un ospedale, una casa di riposo, una fattoria. Ora il Premio – con oltre 100 partner attivi, 23 grandi corporate italiane e internazionali, 30 incubatori e acceleratori, il sistema istituzionale, le associazioni di categoria, le banche e gli investor, i family office – annuncia i suoi 25 vincitori, e lo fa presentandoli online con altrettanti video sul suo sito istituzionale. Sono oltre 2 milioni gli euro complessivi di montepremi (quasi quintuplicati rispetto ai 450mila iniziali), divisi tra Company prizecon 300 mila euro di grant, Company Idea Prizecon 50 mila euro di grant e 23 premi e percorsi di Corporate italiane e internazional. “L’innovazione non si è mai fermata. Mai, nemmeno nei momenti più difficili di questo 2020. Con oltre 600 startup che hanno concorso, il Premio Gaetano Marzotto – 2031 si conferma la più importante competition – piattaforma italiana”, dichiara Cristiano Seganfreddo, direttore e founder del premio e di 2031, “capace di sviluppare progetti dal medicale al digital, dal fashion alla meccanica, all’intelligenza artificiale. Una grande energia progettuale che si manifesta con 25 startup premiate di grande valore, aziende con una nuova visione del mondo. Sono la dimostrazione fisica che la strada è una sola: innovare, innovare, innovare. Il Premio offre infatti non solo premi in denaro, ma soprattutto competenze, relazioni, network, generando in questi anni centinaia di milioni di indotto sul sistema e lanciato centinaia di startup”. 

I VINCITORI DEL PREMIO GAETANO MARZOTTO – 2031

Il Company Prizeda 300 mila euro è andato ad Angiodroid, che ha sviluppato il primo e unico iniettore automatico per la gestione della CO2 come agente di contrasto nelle procedure angiografiche periferiche in alternativa al mezzo di contrasto iodato. Il Company Idea Prize, da 50 mila euro, a FMP Biotechnologies – Vacuum Stone Device, dispositivo medico per il trattamento endourologico della calcolosi urinaria. “Quest’anno qualità dei progetti altissima e con tante tematiche in gioco, non c’era soltanto da apprezzare lo spirito imprenditoriale di queste startup che sono arrivate in finale, ma c’erano anche tanti valori etici, temi che riguardano pazienti e grandi patologie, problematiche legate alle scienze della vita, temi di eco sostenibilità, legati al mondo della sicurezza”, raccontano la presidentessa della Giuria del Company Prize, Diana Saraceni, General Partner Panakès Partners, e Danilo Mazzara, Principal Director Accenture Strategy, presidente del Comitato di Selezione del Company Prize. “È vero che in un anno come questo, in cui il mondo intero si è fermato per via di un virus, il mondo delle scienze della vita non poteva non avere un posto particolare nel cuore di tutti i giurati”.

GAETANO MARZOTTO – 2031: I PREMI SPECIALI

Tra i premi speciali, da segnalare il Premio Speciale 2030 Social Impact, promosso da Giorgiana Notarbartolo, che ha voluto sostenere un’idea imprenditoriale che mira ad affrontare le questioni delle disuguaglianze: lo ha vinto Endelea, un progetto di moda etica che unisce Italia e Tanzania e vende online capi di abbigliamento e accessori disegnati in Italia e realizzati a mano in Tanzania. Utilizza una parte dei ricavi per sponsorizzare borse di studio e progetti educativi dedicati agli studenti tanzaniani. “Dopo 10 anni e tanti progetti, sento che la forza trainante dell’innovazione è vincente. La spinta delle Menti Giovani è indispensabile per affrontare la crisi globale e le sue ricadute”, conclude Margherita Marzotto, Presidente Associazione Progetto Marzotto, che da dieci anni organizza il Premio. “Esiste oggi una grande Piattaforma dell’Innovazione e ci auguriamo che sia una realtà inarrestabile e senza frontiere, ma guidata dal principio di Responsabilità. Insieme ai punti di forza di questo sviluppo vorticoso, dobbiamo però riconoscere le viltà che danneggiano il vivere comune, la libertà, le risorse disponibili, il senso di solidarietà e civiltà. Serve abbandonare ogni cinismo per restituire a moltissimi la fiducia nel futuro”. 

– Claudia Giraud 

https://www.premiogaetanomarzotto.it/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).