Artribune Jobs. La rubrica sul lavoro nell’arte: 5 opportunità da non perdere all’estero

Un nuovo appuntamento con la rubrica Artribune Jobs, dedicata alle offerte di lavoro, ai bandi e alle opportunità nel mondo dell’arte. Ecco 5 proposte da tenere d’occhio all’estero

Continua il nostro impegno con Artribune Jobs, la rubrica dedicata alle offerte di lavoro nel mondo dell’arte, della fotografia, dell’architettura, del design, dei musei e della creatività in generale. In questo spazio diamo una breve panoramica degli ultimi bandi aperti recentemente all’estero o prossimi alla scadenza, e alle opportunità da cogliere al volo. Artribune Jobs è anche un gruppo Facebook che abbiamo aperto sul nostro profilo ufficiale e che sta funzionando molto bene: vi invitiamo a iscrivervi per poter contribuire alla condivisione di bandi, concorsi e offerte in ambito creativo. Intanto, ecco 5 proposte da non perdere… 

Claudia Giraud

https://www.facebook.com/groups/artribunejobs/?source_id=135093803227038 

1. ARTRABBIT CERCA UN REDATTORE PER UNO STAGE RETRIBUITO A LONDRA

ArtRabbit

ArtRabbit è una piattaforma indipendente di arte digitale con sede a Londra, nata per promuovere, scoprire e apprezzare l’arte contemporanea e la cultura visiva. È alla ricerca di un neolaureato che svolga un periodo di tirocinio part-time e retribuito dedicato alla gestione quotidiana della redazione, presso lo studio a Haggerston, East London. La figura ricercata si occuperà di creazione di contenuti sui social media e della loro moderazione, di compiti amministrativi e anche di scrivere presentazioni di progetti per il reperimento fondi alla loro realizzazione.

Scadenza: 25 marzo 2020
https://www.artrabbit.com

2. PORTRAIT OF BRITAIN – CALL PER FOTOGRAFARE I VOLTI DELLA GRAN BRETAGNA DEL DOPO BREXIT

British Portrait 2019 © 9709_John Mannell, courtesy British Journal of Photography

Portrait of Britain è una mostra fotografica di volti di cittadini britannici organizzata dal British Journal of Photography in collaborazione con JCDecaux che, dalla sua nascita nel 2016, è cresciuta in popolarità. As essa è collegata un premio che, giunto alla quarta edizione, invita i fotografi di qualsiasi livello a presentare ritratti che mostrano i molti volti della Gran Bretagna moderna. Le 100 opere vincitrici saranno esposte sulla rete JCDecaux di schermi digitali dislocata in tutto il Paese – dalle stazioni ferroviarie agli aeroporti e dai centri commerciali alle strade principali – per un mese a settembre 2020.

Scadenza: 14 maggio 2020
https://www.portraitofbritain.uk/

3. FIRE ISLAND – RESIDENZA ESTIVA A NEW YORK PER ARTISTI EMERGENTI LGBTQ

Marta Lee, FIAR 2017. Photo Gregor Hofbauer Photography

Fondata nel 2011, Fire Island Artist Residency (FIAR) è un’organizzazione no profit che porta artisti emergenti che si identificano come lesbiche, gay, bisessuali, transgender e queer a Fire Island, Cherry Grove, New York – un luogo ricco di storia della cultura LGBTQ – per creare, comunicare e contribuire alla ricca storia artistica del luogo. Per celebrare il suo decennale, lancia la call per partecipare al suo programma di residenza estiva: i cinque artisti visivi e tre poeti selezionati condivideranno uno spazio di lavoro nella frazione storicamente queer di Cherry Grove, per un programma di quattro settimane caratterizzato da visite in studio e conferenze pubbliche di rinomati maestri dell’arte contemporanea e curatori. 

Scadenza: 22 marzo 2020
www.fireislandartistresidency.org

4. BORSE PER RESIDENZE ARTISTICHE AL CENTRO INTERNAZIONALE DI SCULTURA IN SVIZZERA

Centro Internazionale di Scultura

La Fondazione Internazionale per la Scultura assegna ogni anno, a partire dal 2020, delle borse di studio per artisti attivi nell’ambito dell’arte tridimensionale. La durata del soggiorno è prevista dall’inizio di maggio fino alla fine di ottobre. La giuria premia cinque artisti invitati a vivere e a lavorare presso il CIS, situato nel bucolico villaggio di Peccia (Vallemaggia, Ticino, Svizzera). La borsa di studio è di 1500 CHF al mese. Gli artisti hanno a loro disposizione un atelier personale, una postazione di lavoro in comune equipaggiata con gru da 20 tonnellate e tre laboratori con attrezzature per la lavorazione di vari materiali come la pietra (principalmente il marmo della regione), legno e metallo, ecc. Gli artisti alloggiano in singoli appartamenti nella “Casa degli artisti” situata nel centro del villaggio di Peccia. 

Scadenza: 31 marzo 2020
[email protected]
www.centroscultura.ch

5. LA BECQUE ARTIST RESIDENCY – RESIDENZE SU ARTE E TECNOLOGIA IN SVIZZERA

The Derek Jarman garden at La Becque, shown here featuring artworks by Adrien Chevalley, Marie Griesmar, and Prem Sahib. Part of the Modern Nature project, 2019 ongoing. © Julien Gremaud imei co

Al suo secondo anno di attività, La Becque Artist Residency in Svizzera lancia il suo nuovo programma di residenze artistiche che ospitano gli artisti selezionati da tre a sei mesi, tra gennaio e novembre 2021. Il tema? Tutti quei progetti che esplorano l’interazione tra natura e tecnologia, due concetti che sono più che mai intrecciati e al centro delle preoccupazioni contemporanee. 

Scadenza: 31 marzo 2020
www.labecque.ch

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).