Torna a Frascati BACC la Biennale d’Arte Ceramica Contemporanea

Per un mese la città laziale ospita il meglio dell’arte ceramica nazionale. Un’edizione con molte novità e un taglio decisamente più internazionale. Ecco le immagini.

in primo piano Alberto Bustos dietro Belli Scarabottolo
in primo piano Alberto Bustos dietro Belli Scarabottolo

Una piccola manifestazione che ruota attorno all’arte nobile della ceramica che prova a crescere e a diventare ad ogni edizione più strutturata. È BACC, la Biennale d’Arte Ceramica Contemporanea di Frascati che giunge quest’anno alla terza edizione con un titolo che sembra quasi segnarne la strada: In Continua Mutazione.

LA TERZA EDIZIONE

Ed è decisamente un’edizione diversa dalle precedenti quella che inaugurerà il prossimo 27 gennaio. La Biennale, nata nel 2012, che accoglie ogni anno le migliori espressione dell’arte della ceramica italiana, è cresciuta in maniera esponenziale fino a coinvolgere un numero sempre maggiore di artisti e di spazi espositivi. Oltre alle solite Scuderie Aldobrandini, da sempre luogo di elezione della manifestazione, la Biennale si arricchisce di nuovi luoghi disseminati per la città. In primis il Museo Civico Tuscolano che ospita una selezione di opere in ceramica della collezione Banca d’Italia in un confronto diretto con i reperti della collezione permanente del Museo.  È esposto, per la prima volta al pubblico, il Protome di elefante in marmo proveniente dagli scavi al Tuscolo. L’opera è messa in relazione con un elefante in ceramica realizzato da Luigi Ontani proprio per celebrare il ritrovamento della statua antica. Il percorso espositivo continua alle Mura del Valadier con una mostra ed una serie di laboratori.

L’APERTURA INTERNAZIONALE

La vera novità dell’edizione 2018 è rappresentata dalla svolta internazionale alla manifestazione. Per la prima volta partecipa alla Biennale una nazione straniera, la Spagna, che porta in Italia dieci dei suoi ceramisti migliori.  Insieme ai dieci artisti italiani selezionati da Jasmine Pignatelli, che sono: Francesco Ardini, Luigi Belli/Guido Scarabottolo, Raffaele Fiorella, Giovanni Gaggia, Eva Hide, Vincenzo Marsiglia, Dunia Mauro, Angela Palmarelli, Cristiana Vignatelli Bruni e Serena Zanardi, espongono altrettanti artisti spagnoli selezionati da Juan Carlos García Alía.

 – Mariacristina Ferraioli

Evento correlato
Nome eventoBACC Biennale d’Arte Ceramica Contemporanea – Frascati
Vernissage27/01/2018 ore 17,30
Duratadal 27/01/2018 al 28/02/2018
CuratoreJasmine Pignatelli
Generiarte contemporanea, collettiva
Spazio espositivoSCUDERIE ALDOBRANDINI
IndirizzoPiazza Guglielmo Marconi 6 - Frascati - Lazio
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Mariacristina Ferraioli
Mariacristina Ferraioli è giornalista, curatrice e critico d’arte. Dopo la laurea in Lettere Moderne con indirizzo Storia dell’Arte, si è trasferita a Parigi per seguire corsi di letteratura, filosofia e storia dell’arte presso la Sorbonne (Paris I e Paris 3). Ha conseguito il Master in Organizzazione e Comunicazione delle Arti Visive presso l’Accademia di Belle Arti di Brera. Ha vinto la Residenza per Curatori della Dena Foundation for Contemporary Art presso il Centre International d’Accueil et d’Echanges des Récollets di Parigi. Ha lavorato al Centre Pompidou collaborando alla realizzazione della mostra “Traces du Sacré” e ha pubblicato un testo critico sul catalogo della mostra. Ha coordinato l’ufficio Master dell’Accademia di Belle Arti di Brera e ha curato mostre sia in Italia che all’estero. Redattrice di Artribune, collabora stabilmente con Cosmopolitan Italia, Marie Claire Maison, Le Quotidien de l'Art. Ha conseguito un dottorato in Comunicazione e mercati: Economia, Marketing e Creatività presso l’Università Iulm di Milano, è docente a contratto presso diverse istituzioni e fa parte del team curatoriale di ArtLine, progetto d’arte pubblica del Comune di Milano nel parco di CityLife.