Street Art. Borondo nel cuore del Mercato delle Pulci di Marsiglia

Considerato il più grande mercato d’Europa coi suoi 5mila mq di estensione, ospiterà la prossima personale dello street artist spagnolo, in collaborazione con 8 artisti internazionali. Un progetto oltre l’arte pubblica.

Matière Noire Marché Aux Puces, Marseille
Matière Noire Marché Aux Puces, Marseille

La Galerie Saint Laurent, nel cuore del Centre Commercial des Puces di Marsiglia, considerato il più grande mercato d’Europa coi suoi 5mila mq di estensione, ospiterà la prossima personale di  Gonzalo Borondo (Valladolid, 1989). L’artista, considerato uno dei più talentuosi street-artist europei, sceglie di ambientare la sua prima mostra in Francia in una galleria collocata in uno dei luoghi simbolo di Marsiglia: il mercato delle pulci.

LA MOSTRA FRUTTO DI UNA RESIDENZA

A due anni di distanza da Animal all’interno della RexRomae Gallery, nella cornice del Londonewcastle Project Space di Shoreditch a Londra, l’artista spagnolo torna, così, a misurarsi con l’ambiente della galleria che, in questo caso, occupa i 600mq del padiglione d’antiquariato dell’antico mercato francese, con una mostra nuovamente curata da Carmen Main, pittrice spagnola con cui spesso collabora. “Borondo è in Francia”, annuncia il sito di Galerie Saint Laurent, “sta lavorando alla sua più grande esposizione nel cuore del celebre mercato delle pulci di Marsiglia”. In residenza insieme ad altri otto artisti internazionali afferenti a varie discipline, di cui non ha ancora voluto svelare il nome e che avranno un ruolo nella realizzazione della mostra,

LA COLLABORAZIONE CON TRESOLDI

Borondo ci ha spiegato le motivazioni alla base del concept della mostra che inaugurerà in ottobre: “Intervenire e dialogare con luoghi vivi, pubblici, solitamente non legati alla dimensione artistica, è un forte stimolo e allo stesso tempo una grande sfida”. Matière Noire, questo il titolo della mostra prodotta dall’artista insieme a Edoardo Tresoldi (Milano, 1987)protagonista quest’estate del Festival Derive, sarà infatti un’immersione unica nel suo immaginario visivo, attraverso più di 30 opere site specific, animazioni, ologrammi, installazioni, dipinti, video, realizzate in forte connessione con il luogo, a partire dagli oggetti trovati sul mercato. Dopo i recenti interventi di arte pubblica nella cappella del cimitero di Selci e per Altrove Festival a Catanzaro, con Matière Noire Borondo intraprende un ulteriore passo nella sua ricerca artistica, animando la storia di un edificio iconico e dei suoi tesori.

Claudia Giraud

Borondo – Matière Noire
7.10.2017 – 31.01.2018
Marché aux Puces, Hall des Antiquaires,
130 Chemin de la Madrague Ville
13015 Marseille
@matiere.noire

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è responsabile dell'area Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica musicale "Art Music". E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).

1 COMMENT

Comments are closed.