Semple ha inventato il rosa più rosa al mondo e lo ha reso accessibile a tutti, tranne che a Anish Kapoor. Chi vuole acquistarlo può farlo agilmente sul suo sito, ma deve dichiarare di non essere Kapoor o un suo compare. È finita a gestacci su Instagram

Anish Kapoor è come quei bambini che alle scuole elementari non volevano condividere i colori con gli altri. E che presto finivano da soli e senza amici con cui giocare”. A parlare è Stuart Semple, artista britannico. Si era già detto di lui in occasione delle polemiche scoppiate intorno al caso della “acquisizione dei diritti esclusivi del vantablack” da parte di Kapoor. Il vantablack, come spiegava la nostra Claudia Balocchini in un articolo pubblicato lo scorso marzo, è una sostanza prodotta dalla Surrey Nano Systems, sviluppata e brevettata dalla Nasa a scopi militari con prospettive di impiego nei settori aerospaziali e della difesa. Una sostanza che assorbe talmente tanta luce (fino al 99,96 %), tanto da impedire all’occhio umano di rilevare il tipo di ombre che aiutano il cervello a interpretare la forma di un oggetto: un pezzo spiegazzato di carta stagnola coperto con uno strato di questa vernice appare quasi completamente piatto. Kapoor aveva cominciato a sperimentarne gli usi fin dal suo rilascio sul mercato: ma la cosa non era andata molto a genio a Semple, che ha di conseguenza inventato il Pink, il rosa più rosa al mondo.

FREE COLORS, TRANNE PER KAPOOR

Ma attenzione: il colore di Semple può essere utilizzato da tutti, meno che da Kapoor. Anzi i clienti che sono interessati ad acquistare il nuovo colore sul sito di Stuart dovranno rilasciare una dichiarazione legale nella quale chiariscono che “non sono Anish Kapoor, non sono in nessun modo collaboratori di Kapoor, non stanno comprando il prodotto per Kapoor o in associazione con Kapoor”. E lo stesso divieto sarebbe esteso anche ad un’altra creazione di Semple, il glitter più glitteroso del mondo, il Diamond Dust. “Che Anish si tenga il suo nero”, ha commentato Semple. “A noi resta l’arcobaleno con cui giocare”. Non c’è dubbio che l’intero affaire Kapoor abbia giovato al lancio del nuovo Pink, che è già sold out sul sito di Semple, ma è anche vero che il prezzo del colore è veramente equo, poco meno di 4 sterline, pertanto accessibile a chiunque. Kapoor non l’avrebbe presa benissimo, e avrebbe risposto con stizza su Instagram con una foto del suo dito medio, prima immerso in un colore che sembrerebbe proprio il famoso e famigerato Pink. Risposta del collega? Il segno di vittoria, in black (o vantablack?).

http://stuartsemple.com/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.