Manca poco alle serate del 10, 12 (semifinali) e 14 maggio (finalissima) dell’Eurovision Song Contest al Parco Olimpico di Torino. In attesa, la città si anima di eventi di arte e musica: quelli ufficiali sul palco dell’Eurovillage al Parco del Valentino, quelli Off diffusi sul territorio

È il Parco del Valentino, suggestivo polmone verde tra i preferiti dai torinesi, l’area privilegiata dell’Eurovillage, la manifestazione – prevalentemente di carattere culturale e di promozione della città gestita dalla Fondazione per la Cultura Torino – di appoggio all’Eurovision Song Contest che aprirà i battenti a Torino nelle serate del 10, 12 (semifinali) e 14 maggio (finalissima). Il format della rassegna canora europea prevede, infatti, che accanto al Parco Olimpico – sede principale della 66ª Edizione dove si realizzerà lo show vero e proprio – la Città realizzi, oltre a un Media Center che ha trovato casa nella prestigiosa sede barocca di Palazzo Madama, anche un Eurovision Village, ovvero un luogo di intrattenimento ad accesso gratuito per cittadini, turisti e ospiti dell’evento internazionale. 

Parco del Valentino, Torino
Parco del Valentino, Torino

MUSICA E ARTE ALL’EUROVILLAGE AL PARCO DEL VALENTINO

Qui, dal 7 al 14 maggio, con il coinvolgimento anche di sponsor e partner istituzionali dell’evento, un’area spettacolo aperta a tutti dalle 11 a mezzanotte (attrezzata con palco e videowall per la diretta delle trasmissioni televisive) ospiterà oltre 40 progetti di artisti in gara e del territorio. Come la serata speciale dell’11 maggio Torino Calling che vedrà insieme sullo stesso palco Bandakadabra, Motel Connection, il cantautore torinese Bianco e Johnson Righeira (aka Stefano Rota), storico componente del duo dei Righeira che ha letteralmente spopolato negli anni ’80 con hit come Vamos a la playa e L’estate sta finendo. “Il palco della Città di Torino in occasione dell’Eurovision Song Contest è stato concepito come open stage, dove featuring e innesti, produzioni originali e partecipazione di giovani artisti saranno la norma invece che l’eccezione”, dichiara Francesco Astore, responsabile della programmazione artistica di Eurovillage. “Una proposta di respiro internazionale che coinvolgerà artisti da più di 25 nazioni diverse e vedrà oltre 70 appuntamenti con reunion, produzioni inedite e gruppi formarsi appositamente per questo appuntamento”.

Parco del Valentino, Torino
Parco del Valentino, Torino

EUROVISION OFF: 250 INIZIATIVE CULTURALI E TURISTICHE

Parallelamente alla programmazione, essenzialmente musicale, dell’Eurovillage c’è anche quella dell’Eurovision Off con oltre 250 iniziative culturali, di spettacolo e turistiche organizzate nel capoluogo piemontese nel periodo dell’Eurovision Song Contest. Vediamone una selezione nel dettaglio…

– Claudia Giraud

http://www.comune.torino.it/eurovision/

1. BOTANICAL RHAPSODY – STREET ART NELL’ORTO BOTANICO PARCO DEL VALENTINO

Botanical Rhapsody Urban art hall of fame for EuroVision, foto Claudia Giraud

La street culture, nelle sue declinazioni di arte e musica, incontra i temi della sostenibilità ambientale e del verde pubblico, attraverso un’azione di rigenerazione urbana. Stiamo parlando di Botanical Rhapsody – Urban art hall of fame for Eurovision, la rassegna promossa da Fondazione Contrada Torino Onlus che intende recuperare la recinzione metallica dell’Orto Botanico negli spazi del Parco del Valentino di Torino attraverso una Hall of fame di Urban Art e Graffiti-Writing. I lavori realizzati da 13 street artist – coordinati dai collettivi artistici Il Cerchio e le Gocce e Monkeys Evolution, con la curatela di Roberto Mastroianni – saranno visibili per tutto il periodo di Eurovision Song Contest 2022 e in seguito le opere saranno messe all’asta e il ricavato destinato alla piantumazione di nuovi alberi nell’Orto Botanico.

Orto Botanico, Parco del Valentino, viale Mattioli 25
https://www.contradatorino.org

2. CONCERTO DI DAVIDE BOOSTA DILEO – PALAZZINA DI CACCIA DI STUPINIGI

Davide Boosta Dileo

Per Eurovision Off, giovedì 5 maggio, Davide Boosta Dileo torna sul palco in solitaria con The Post Piano Session, un viaggio nella musica sulle note di un pianoforte sorprendentemente post-rock. Al posto delle corde della chitarra, risuonano quelle del pianoforte che trascinano il pubblico in un’atmosfera intima e personale. Il tastierista e co-fondatore del gruppo elettronico Subsonica – ma anche dj, compositore, autore e produttore, conduttore radio-televisivo e scrittore, artista e gallerista dello spazio di ricerca sulla sound art che porta il suo nome – sarà, infatti, tutto solo, seduto a un pianoforte al centro e tutto intorno il fastoso Salone d’Onore della Palazzina di Caccia di Stupinigi, una delle più spettacolari invenzioni juvarriane.

The Post Piano Session, Davide BOOSTA Dileo
Giovedì 5 maggio, ore 21
Salone d’Onore della Palazzina di Caccia di Stupinigi, piazza Principe Amedeo 7, Stupinigi – Nichelino (TO)
Prezzo: 25 euro
https://www.ordinemauriziano.it

3. LAVAZZA EXPERIENCE – STREET FOOD & BEVERAGE ALLA NUVOLA LAVAZZA

Nuvola Lavazza

Dal 10 al 14 maggio, alla Centrale della Nuvola Lavazza un palinsesto di eventi scandirà il ritmo delle serate tra degustazioni, street food gastronomici e una battle tra bartender a suon di cocktail. Mentre sul palco del Pala Alpitour si esibiranno i più grandi artisti della scena musicale europea, Lavazza, national partner dell’Eurovision Song Contest, metterà in scena lo spin-off più gustoso ed esclusivo di Torino.

Nuvola Lavazza, via Ancona 11/A
[email protected]
https://lavazza-experience.it/eventi/

4. MIND THE GAP – FESTIVAL FEMMINISTA DIFFUSO IN CITTÁ

Canta fino a dieci

Dopo la prima edizione negli spazi di OFF TOPIC, il festival del femminismo intersezionale Mind the Gap – Storie Sovrapposte diventa diffuso per abbracciare la città di Torino, coinvolgendo Il Circolo dei Lettori e il Campus Luigi Einaudi nell’ambizione di continuare per le prossime edizioni a crescere in questa dimensione condivisa, perché la complessità ha bisogno di luoghi diversi per attivare tutte le sue sfumature. Ideato e prodotto da The Goodness Factory, il festival nasce appunto dall’urgenza di parlare di parità di genere al di là delle polarizzazioni. E lo fa dal 6 all’8 maggio, in una tre giorni di talk, tavole rotonde, concerti e party, come quello Portafortuna del 7 maggio che si svolgerà all’Off Topic e sarà uno degli eventi Off dell’Eurovision.

Off Topic, via Giorgio Pallavicino, 35
https://www.offtopictorino.it

5. RED CARPET EUROVISION – REGGIA DI VENARIA

Galleria Grande della Reggia di Venaria

Sono i giardini della Reggia di Venaria la location scelta per il Red Carpet dei 40 Paesi partecipanti dell’Eurovision Song Contest 2022: la sera dell’8 maggio gli artisti in gara, insieme a ballerini e rappresentanti delle varie delegazioni, accolti dai conduttori televisivi Carolina Di Domenico e Gabriele Corsi, si presentano così al pubblico internazionale dei media in una cornice da favola. Mentre nel centro storico di Venaria Reale, l’ingresso sarà gratuito e aperto a tutti per assistere a  vari eventi musicali.

Reggia di Venaria, piazza della Repubblica 4 – Venaria Reale (TO)
https://www.lavenaria.it/it/venaria-reale/i-giardini

6. TORINO FRINGE FESTIVAL – ARTI PERFORMATIVE IN SEDI VARIE

California Love 2

La decima edizione del festival multidisciplinare di arti performative, che ritorna dopo due anni dal 7 al 29 maggio, è all’insegna dell’Extravaganza: il programma è ancora più poliforme e variegato, con più di 200 repliche di spettacoli teatrali di artisti e compagnie internazionali, 30 eventi speciali, talk, residenze, mostre d’arte, live performance, momenti site-specific di danza e in cui si mescolano linguaggi performativi e audio-visivi innovativi, concerti, party. Come quello del 13 maggio che aprirà il festival con la mostra California Love della casa editrice indipendente di printmaking californiana Tiny Splendor: stampe, zines, risografie, litografie e pezzi unici dal 13 al 15 maggio presso Toolbox.

Toolbox, via Agostino da Montefeltro, 2
https://www.tofringe.it

7. CAR VISION – MAUTO MUSEO DELL’AUTOMOBILE

Museo Auto Torino

Dal 5 al 15 maggio è in programma un’esposizione di otto vetture iconiche, una per ogni decade della storia dell’Eurovision Song Contest.

MAUTO Museo Nazionale dell’Automobile di Torino, corso Unità d’Italia 40
https://www.museoauto.com

8. EZIO BOSSO DAYS – POLO DEL ‘900

Ezio Bosso © Ianniello Musacchio e Pasqualini per Accademia Nazionale di Santa Cecilia

Dal 14 al 15 maggio il Polo del ‘900, dove ha casa il suo archivio, tributa un omaggio a Ezio Bosso, grande musicista, pianista, direttore d’orchestra e compositore, a due anni dalla prematura scomparsa.

Polo del ‘900, corso Valdocco 4/A
https://www.polodel900.it

9. EVENTO CON EUGENIO IN VIA DI GIOIA – PALAZZO MADAMA

Eugenio in Via Di Gioia al Museo Egizio di Torino, @Nicola Dell’Aquila Museo Egizio, Produzione 2050 srl e The Goodness Factory, in collaborazione con Museo Egizio, Eataly e Club Silencio

Venerdì 6 maggio, alle ore 12, per l’avvio della programmazione al Media Centre Casa Italia, presso Palazzo Madama, sarà organizzato uno speciale appuntamento, a cura di Iren, con il gruppo torinese Eugenio in Via Di Gioia, testimonial artistico della città e autore della sigla virale Eurovision in Turin.

Palazzo Madama, piazza Castello

https://www.palazzomadamatorino.it/it

10. IL GRANDE VUOTO. DAL SUONO ALL’IMMAGINE – MAO MUSEO D’ARTE ORIENTALE

MAO Museo dArte Orientale Torino courtesy Fondazione Torino Musei

L’esposizione Il grande Vuoto. Dal suono all’immagine – la prima mostra sotto la nuova direzione di Davide Quadrio che inaugura al MAO il 6 maggio – vuole offrire al pubblico un’esperienza multisensoriale particolarmente coinvolgente che si apre con un grande spazio vuoto. Non si tratta però di un vuoto vero e proprio, ma di uno spazio che si satura gradualmente con la presenza delle note del giovane compositore romano, Leone d’argento alla Biennale di Venezia 2010, Vittorio Montalti, che per l’occasione ha composto il brano Il Grande Vuoto, in cui silenzi, ritmi, sonorità e l’eco dello spazio stesso diventano matrice e metafora della costruzione divina dello spazio rituale: un lavoro sospeso tra composizione e installazione sonora che abita i diversi spazi del Museo, dove è esposta una rarissima thangka tibetana del XV secolo, la più preziosa delle collezioni del MAO. In occasione di Eurovision Song Contest, il 13 e 15 maggio Vittorio Montalti e la pianista Gloria Campaner suoneranno dal vivo i movimenti che compongono l’opera Il Grande Vuoto.

MAO Museo d’Arte Orientale, via San Domenico, 11

https://www.maotorino.it/it/eventi-e-mostre/mostra-il-grande-vuoto

11. BAUHAUS PARATISSIMA – ARTIGLIERIA

Bauhaus Paratissima
In occasione di Eurovision Song Contest 2022, BAuhaus Paratissima – uno spazio plurale, caratterizzato dalla collisione tra musica, arte, sport ed enogastronomiaè stata selezionata tra le 10 official venues Euroclub. Una programmazione musicale di 10 giorni prenderà il via proprio dall’opening party della mostra Liquida Photofestival di Paratissima – il festival di fotografia con la direzione artistica di Laura Tota – previsto per il 5 maggio, e proseguirà con numerosi appuntamenti fino al 15 maggio, con il primo appuntamento de il “Cortile Sonoro” – rassegna interdisciplinare realizzata per trascorrere alternative domeniche pomeriggio in città.
ARTiglieria, piazzetta Accademia Militare 3
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).