Natale in Salento con la musica techno. Prima edizione del Velvet Culture Festival in Puglia

Nasce a Lecce un nuovo festival di musica elettronica, proprio a ridosso delle festività natalizie: una due giorni di conferenze, live performance e dj set. Con i Ninos Du Brasil in apertura e gran finale con Jeff Mills

Ninos Du Brasil
Ninos Du Brasil

Nella terra di Puglia Sounds – il programma della Regione Puglia per lo sviluppo del sistema musicale – sta per nascere a Lecce un nuovo festival di musica elettronica: il Velvet Culture Festival. Non un’assoluta novità per il Salento che, solo quest’estate, ne ha visto uno dedicato alla techno – il Knick Knack Festival, con nomi come il berlinese Boris, dj residente al Berghain di Berlino da oltre dieci anni, e il producer berlinese Ancient Methods – e confermare il Fuck Normality Festival, un evento dedicato alla musica elettronica e alle arti visive, arrivato ormai alla quinta edizione. Il fatto insolito è, invece, rappresentato dalla tempistica – proprio a ridosso delle vacanze natalizie – che l’Associazione Culturale Barocco Movement, organizzatrice del festival, spiega in questi termini: “nella convinzione di aumentare, tramite gli eventi, il processo di destagionalizzazione del turismo, trasformando Lecce in una realtà con prospettive europee”.
Quindi un turismo alternativo, capace di attrarre gli interessi diversi che la musica elettronica porta con sé: da qui l’idea di creare una due giorni – il 23 e 24 dicembre – che vedrà interfacciarsi il lato culturale con il lato ricreativo della musica. Il tutto tramite conferenze, live performance e dj set – dislocate tra l’Open Space in Piazza Sant’Oronzo, il Museo Ferroviario e le Industrie Musicali di Maglie – offrendo un excursus su filoni storici e musicali, storiche etichette discografiche, artisti, DJ, giornalisti e operatori del settore legati alla cultura italiana di elettronica, disco, house e techno. Così, per esempio, una ricognizione sullo status attuale dei festival da parte di Marco Ligurgo (roBOT Festival) e Dino Lupelli (+++ Italian Quality Music Festivals, Linecheck – Music Meeting & Festival) si affiancherà al live inaugurale di Ninos Du Brasil, ovvero Nico Vascellari e Nicolò Fortuni, e al gran finale – con una speciale performance della durata di tre ore – con il padre del movimento techno, Jeff Mills.

Claudia Giraud

www.velvetculturefestival.com/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).