The Morning Show, la serie tv che svela gli scandali di una redazione

897

Jennifer Aniston, Reese Whiterspoon e Steve Carell sono i volti della serie televisiva che mette in scena e affronta in maniera diretta e intelligente le dinamiche tossiche di una delle più influenti redazioni d’oltreoceano

È la storia di una delle redazioni più influenti degli Stati Uniti, improvvisamente travolta dallo scandalo di uno dei suoi giornalisti di punta, il co-conduttore, accusato da un’ex collaboratrice di comportamenti sessuali scorretti. Ciò avviene mentre il Paese è al centro del vortice del movimento #MeToo, con rivelazioni, teste importanti che cadono, arresti, processi. E naturalmente cade anche la testa incriminata, eppure non è sufficiente. Viene fuori infatti che la proprietà ha da sempre saputo e ignorato, così come i colleghi. Le vittime non sono state difese, le loro richieste non sono state ascoltate e, se il movimento #MeToo non avesse smosso le coscienze in tal senso, le cose sarebbero sempre andate così, in nome di questioni di potere, ricatti, semplice cameratismo maschile, paternalismo e volontà di rimettere al proprio posto chi non la pensa allo stesso modo e “rompe le scatole”, in questo caso le donne. Un sistema corrotto dove la paga non chi sbaglia ma chi ne subisce le conseguenze.

LA TRAMA DI THE MORNING SHOW

La redazione affronta, complice anche la presenza fresca di una nuova giornalista, un processo autocritico interno ed esterno per riconquistare la serenità del gruppo di lavoro, la reputazione e l’affezione degli ascoltatori, non senza molti ostacoli: l’opinione pubblica, gli intrighi interni tra colleghi, la volontà della proprietà di mettere a tacere il tutto e di dimenticare senza affrontare il trauma. Non mancano i colpi di scena, né un racconto splendido e inquietante, forse tra i pochissimi finora usciti dal mondo delle serie tv, della pandemia, fra Italia e resto del mondo, ripercorrendone l’intera storia fin dai primi giorni, né ancora una disamina intelligentissima sul tema del politically correct e delle sue luci e ombre.
The Morning Show è disponibile su Apple TV+, starring Jennifer Aniston, Reese Whiterspoon, Steve Carell, Billy Crudup, Valeria Golino. La terza stagione è in produzione. Da non perdere.

Santa Nastro

USA, 2019 – in produzione
GENERE: drammatico
CAST: Jennifer Aniston, Reese Whiterspoon, Steve Carell, Billy Crudup, Valeria Golino
STAGIONI: 2
EPISODI: 20 (50’-66′ ognuno)

Articolo pubblicato su Artribune Magazine #65/66

Abbonati ad Artribune Magazine
Acquista la tua 
inserzione sul prossimo Artribune

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Santa Nastro
Santa Nastro è nata a Napoli nel 1981. Laureata in Storia dell'Arte presso l'Università di Bologna con una tesi su Francesco Arcangeli, è critico d'arte, giornalista e comunicatore. Attualmente è caporedattore di Artribune. È Responsabile della Comunicazione di FMAV Fondazione Modena Arti Visive e della Fondazione Pino Pascali. Collabora con Fondazione Pianoterra Onlus a Roma. È stata inoltre autore per il progetto arTVision – a live art channel, ufficio stampa per l’American Academy in Rome. Dal 2011 collabora con Demanio Marittimo.KM-278 diretto da Pippo Ciorra e Cristiana Colli. Dal 2006 al 2011 è stata Segreteria Scientifica del Festival dell'Arte Contemporanea di Faenza, diretto da Angela Vettese, Carlos Basualdo e Pier Luigi Sacco. Dal 2005 al 2011 ha collaborato con Exibart nelle sue versioni online e onpaper. Ha pubblicato per Maxim e Fashion Trend, mentre dal 2005 ad oggi ha pubblicato su Il Corriere della Sera, Arte, Alfabeta2, Il Giornale dell'Arte, minima et moralia e saggi testi critici su numerosi cataloghi e pubblicazioni.