Su Sky Arte: Sam Spiegel, leggenda di Hollywood

Le imprese di colui che è considerato l’ultimo magnate dell’età dell’oro di Hollywood sono al centro del documentario in onda su Sky Arte domenica 8 maggio

Su Sky Arte: Sam Spiegel, leggenda di Hollywood
Su Sky Arte: Sam Spiegel, leggenda di Hollywood

Vincitore del premio come Miglior film documentario all’Oxford International film Festival 2019, Sam Spiegel – Una storia di riscatto va in onda su Sky Arte domenica 8 maggio. Turbolenta, appassionata, controversa, talvolta sopra alle righe, la parabola umana e professionale del noto produttore cinematografico viene ricostruita da questa pellicola. Originario della Polonia, Sam Spiegel abbandonò l’Europa nel 1933 per sfuggire allo spettro del nazismo e della guerra. Dopo un periodo trascorso come immigrato illegale negli Stati Uniti, riuscì con determinazione a riscrivere il proprio destino, affermandosi come uno dei pionieri del cinema indipendente.

IL CINEMA SECONDO SAM SPIEGEL

Con all’attivo decine di riconoscimenti attribuiti alle sue pellicole, aveva una predilezione per le trame complesse, dalle quali emergeva la figura dell’eroe carismatico in lotta contro il mondo. È il solo ad aver vinto tre Oscar in qualità di produttore unico di altrettanti lungometraggi: un risultato conseguito con On The Waterfront (1954), The Bridge on the River Kwai (1957) e Lawrence d’Arabia (1962). Considerato l’ultimo magnate dell’età dell’oro di Hollywood, nonché il più enigmatico e discusso fra i suoi produttori, viene raccontato, fra luci e ombre, anche attraverso le relazioni con i divi del suo tempo, da Marlon Brando e Katherine Hepburn.

I contenuti del sito di Sky Arte sono curati da Artribune. Scoprite a questo link tutte le novità di palinsesto e le news che arricchiscono il portale

https://arte.sky.it/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.