Meno di 30. Torna il premio dedicato ai giovanissimi del cinema italiano

Finalmente un premio che mette in luce i giovani talenti del cinema italiano. Quei giovani che troppo spesso rischiano di non avere spazio se non sui social. La nuova generazione dei grandi interpreti di domani da chi comincia?

Meno di 30
Meno di 30

Sono giovani, di talento e hanno grande passione. Sono attori e attrici under 30 che finalmente hanno un premio esclusivo dedicato. Si tratta di Meno di 30, ideato da Silvia Saitta con la collaborazione di Stefano Amadio e che giunge alla seconda edizione. Un premio consegnato durante la cornice del Festival del Cinema di Spello. “Un premio dedicato ai giovanissimi del cinema, inizialmente rivolto solo ad attori e attrici della settima arte e delle serie tv e ora esteso anche a registi e ad altre categorie meno note”, afferma la Saitta. Meno di 30 è un piccolo grande riconoscimento che dà volto e voce anche ad esordienti che troppo spesso non trovano spazio proprio perché non ancora noti. Un premio che si va oltre il consacramento di un’interpretazione o lavoro svolto e che vuole diventare momento di scambio, networking, conoscenza e approfondimento. Il premio ha anche una parentesi veneziana. Durante la Mostra del Cinema di Venezia già nel 2020 infatti si sono svolti 8 incontri con giovanissimi artisti presenti nelle varie sezioni del festival. Incontri che si sono svolti presso l’Italian Pavilion, e appuntamento già previsto per settembre 2021. 

I PREMIATI DELLA SECONDA EDIZIONE DI MENO DI 30

Nella seconda edizione di Meno di 30 sono stati premiati Ludovico Di Martino per La Belva, Beatrice Bruschi per Skam Italia 4, Massimiliano Caiazzo per Mare Fuori, Mattia Geraci per Padrenostro, Beatrice Grannò per Gli Indifferenti. Il film di Ludovico di Martino, con protagonista un gigante Fabrizio Gifuni, è disponibile su Netflix ed è stato primo in top ten in tutto il mondo per diverse settimane. Un film di genere come se ne fanno pochi in Italia e di grande precisione di movimento e parola. Beatrice Bruschi in Skam Italia è Sama e al suo personaggio è stata dedicata la quarta stagione. Sana è una ragazza musulmana italiana di seconda generazione con una grandissima passione per Star Wars. Una ragazza sveglia, intelligente, curiosa e che non teme il giudizio degli altri. Massimiliano Caiazzo si è distinto per il suo ruolo in Mare Fuori dove interpreta un ragazzo che fa parte di una potente famiglia di camorra. 

TORNARE E SUL PIÙ BELLO

Una famiglia e una condizione dalla quale vuole emanciparsi e ci prova come possibile. Beatrice Grannò, già conosciuta in Tornare di Cristina Comencini, riceve il premio Meno di 30 per l’adattamento cinematografico del classico di Moravia diretto da Leonardo Guerra Seràgnoli. Qui Beatrice Grannò interpreta Carla e fa una professione insolita ma attualissima, la gamer. Vive un mondo estraniante come tutta la sua famiglia, ma al tempo stesso una ragazza moderna molto forte che si fa carico dei problemi degli altri. Rispetto al personaggio del romanzo è sicuramente il personaggio che vive una vera evoluzione. Tra i premiati di Meno di 30 anche Ludovica Francesconi che ha esordito con Sul più bello, opera prima di Alice Filippi, e che con questo personaggio ha conquistato tutti tra stampa e pubblico. L’unica non presente in quanto impegnata sul set del sequel del film. 

Margherita Bordino

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Margherita Bordino
Classe 1989. Calabrese trapiantata a Roma, prima per il giornalismo d’inchiesta e poi per la settima arte. Vive per scrivere e scrive per vivere, se possibile di cinema o politica. Con la valigia in mano tutto l’anno, quasi sempre in giro per il Belpaese tra festival e rassegne cinematografiche o letterarie. Laureata in Letteratura, musica e spettacolo, e Produzione culturale, giornalismo e multimedialità. È giornalista pubblicista e lavora come freelance. Collabora tra gli altri con Cinematographe.it, la Rivista 8 1/2, fa parte della redazione del programma tv Splendor e coordina Cinecittà Luce Video Magazine.