Candidature David di Donatello 2021, l’anno delle regie femminili e dei giovani talenti

Rifugio, memoria e desiderio di nuovo. Queste le suggestioni che vengono fuori dalle nomination dei David di Donatello 66. Un anno particolare per le sale dei cinema chiusi ma anche per il gran numero di autrici donne candidate oltre che di giovani talenti. Il film con più nomination è Volevo Nascondermi, la storia di Antonio Ligabue, in ben 15 categorie differenti.

Favolacce
Favolacce

C’è una data per la notte dei David di Donatello 2021 ed è l’11 maggio in diretta su Rai 1 e con la conduzione di Carlo Conti. I premi più importanti del cinema italiano giungono così alla 66esima edizione. Un anno di sale chiuse, di cinema sospeso, in particolare quello italiano che in larga scala ha scelto di attendere la sala seppur con diversi titoli che hanno prediletto, per non restare indietro, la distribuzione in piattaforma. Ed è la piattaforma in generale che diventa protagonista di questa edizione dei David di Donatello che ovviamente hanno dovuto rivedere il loro regolamento permettendo ai film tutti, indipendentemente dal luogo di distribuzione, di potersi iscrivere. Ad annunciare le cinquine candidate ai David di Donatello sono Carlo Conti e Piera Detassis, Presidente dell’Accademia del Cinema Italiano – Premi David di Donatello.

Venezia 74 ph Irene Fanizza, Miglior Film Orizzonti, Susanna Nicchiarelli
Venezia 74 ph Irene Fanizza, Miglior Film Orizzonti, Susanna Nicchiarelli

L’ANNO DELLE DONNE?

Si, è l’anno delle donne, più nello specifico è l’anno della regia femminile italiana. Emma Dante, Susanna Nicchiarelli, Alice Filippi, Ginevra Elkann, Valentina Pedicini e Francesca Mazzoleni. Sono tutte le registe candidate in questa edizione e sono anche i nomi che speriamo di sentire tra i vincitori e non solo di leggere tra i nominati. Queste registe sono la dimostrazione che i racconti di donne ci sono eccome. L’augurio è quello che possano essere sempre più essere presenti e raccontati attraverso volti noti e meno noti. Le sorelle Macaluso, Miss Marx, Sul più bello, Magari, Faith e Punta Sacra sono i titoli dei film realizzati da queste donne. Film che spaziano da racconti di famiglia a racconti di amicizia e comunità, che svelano fragilità e forze di donne e uomini, di grandi figure storiche e di ricerche di spiritualità e libertà. Film che attraversano più generi dal dramma al biopic fino al documentario. No, non è il Covid il motivo per cui nel 2020 abbiamo visto più film diretti da donne in Italia ma anche all’estero. Sono le donne che finalmente dopo tanto stanno riuscendo ad avere maggiore visibilità e possibilità. Un piccolo tassello verso le pari opportunità nel cinema.

Valentina Pedicini
Valentina Pedicini

IL FILM SU ANTONIO LIGABUE IL PIÙ VOTATO

Ben 15 sono le nomination avute da Volevo nascondermi di Giorgio Diritti. Il film, presentato in anteprima mondiale alla Berlinale 2020 dove ha visto trionfare il suo protagonista, Elio Germano nei panni del pittore Antonio Liguabue, è il film più votato della 66esima edizione dei David di Donatello. Un racconto che non ha lasciato indifferente nessuno e che da subito è stato celebrato anche dalla stampa. Un racconto personale tra vita e arte, che dimostra lo studio meticoloso che il regista ha fatto sull’artista. La sua volontà non era solo quella di mostrare l’estro, la creazione, la vita di Antonio Ligabue ma di esaltarne le fragilità e debolezze che lo hanno reso grande ed eterno. Ligabue è infatti stato emarginato, deriso e umiliato per lungo tempo a causa dei suoi problemi di salute e psiche. Volevo nascondermi è il ritratto di un uomo che ha donato agli altri opere di pittura e scultura, che ha trovato nell’arte la realizzazione e il rifugio dalla diversità.

TUTTE LE CANDIDATURE AI DAVID DI DONATELLO 2021

Il miglior cortometraggio Premio David di Donatello 2021 già annunciato è ANNE di Domenico Croce e Stefano Malchiodi.

MIGLIOR FILM
Favolacce
Hammamet
Le sorelle Macaluso
Miss Marx
Volevo nascondermi

MIGLIORE REGIA
Fabio e Damiano D’INNOCENZO per Favolacce
Gianni AMELIO per Hammamet
Emma DANTE per Le sorelle Macaluso
Susanna NICCHIARELLI per Miss Marx
Giorgio DIRITTI per Volevo nascondermi

MIGLIORE REGIA ESORDIENE
Pietro CASTELLITTO per I predatori
Ginevra ELKANN per Magari
Mauro MANCINI per Non odiare
Alice FILIPPI per Sul più bello
Luca MEDICI per Tolo Tolo

MIGLIORE SCENEGGIATURA ORIGINALE
Cosa sarà di Francesco BRUNI in collaborazione con Kim ROSSI STUART
Favolacce di Fabio e Damiano D’INNOCENZO
Figli di Mattia TORRE
I predatori di Pietro CASTELLITTO
Volevo nascondermi di Giorgio DIRITTI, Tania PEDRONI, Fredo VALLA

MIGLIORE SCENEGGIATURA NON ORIGINALE
Assandira di Salvatore MEREU
Lacci di Domenico STARNONE, Francesco PICCOLO, Daniele LUCHETTI
Lasciami andare di Stefano MORDINI, Francesca MARCIANO, Luca INFASCELLI
Lei mi parla ancora di Pupi AVATI, Tommaso AVATI
Lontano lontano di Marco PETTENELLO, Gianni DI GREGORIO

MIGLIORE PRODUTTORE
Favolacce prodotto da Agostino SACCÀ e Giuseppe SACCÀ per PEPITO PRODUZIONI con RAI CINEMA, con AMKA FILMS PRODUCTION, con VISION DISTRIBUTION, con QMI
I predatori prodotto Domenico PROCACCI e Laura PAOLUCCI per FANDANGO con RAI CINEMA
L’incredibile storia dell’Isola delle Rose prodotto da Matteo ROVERE
Miss Marx prodotto Marta DONZELLI e Gregorio PAONESSA per VIVO FILM con RAI CINEMA, Joseph ROUSCHOP e Valérie BOURNONVILLE per TARANTULA BELGIQUE
Volevo nascondermi prodotto Carlo DEGLI ESPOSTI, Nicola SERRA, con RAI CINEMA

MIGLIORE ATTRICE PROTAGONISTA
Vittoria PUCCINI per 18 regali
Paola CORTELLESI per Figli
Micaela RAMAZZOTTI per Gli anni più belli
Sophia LOREN per La vita davanti a sé
Alba ROHRWACHER per Lacci

MIGLIORE ATTORE PROTAGONISTA
Kim ROSSI STUART per Cosa sarà
Valerio MASTANDREA per Figli
Pierfrancesco FAVINO per Hammamet
Renato POZZETTO per Lei mi parla ancora
Elio GERMANO per Volevo nascondermi

MIGLIORE ATTRICE NON PROTAGONISTA
Benedetta PORCAROLI per 18 regali
Barbara CHICHIARELLI per Favolacce
Claudia GERINI per Hammamet
Matilda DE ANGELIS per L’incredibile storia dell’Isola delle Rose
Alba ROHRWACHER per Magari

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA
Gabriel MONTESI per Favolacce
Lino MUSELLA per Favolacce
Giuseppe CEDERNA per Hammamet
Fabrizio BENTIVOGLIO per L’incredibile storia dell’Isola delle Rose
Silvio ORLANDO per Lacci

MIGLIOR AUTORE DELLA FOTOGRAFIA*
Paolo CARNERA per Favolacce
Luan AMELIO UJKAJ per Hammamet
Gherardo GOSSI per Le sorelle Macaluso
Crystel FOURNIER per Miss Marx
Michele D’ATTANASIO per Padrenostro
Matteo COCCO per Volevo nascondermi

MIGLIORE COMPOSITORE
Nicola PIOVANI per Hammamet
Niccolò CONTESSA per I predatori
Michele BRAGA per L’incredibile storia dell’Isola delle Rose
GATTO CILIEGIA CONTRO IL GRANDE FREDDO, DOWNTOWN BOYS per Miss Marx
PIVIO & Aldo DE SCALZI per Non odiare
Marco BISCARINI, Daniele FURLATI per Volevo nascondermi

MIGLIOR CANZONE ORIGINALE
Gli anni più belli per Gli anni più belli
Io sì per La vita davanti a sé
Miles Away per Non odiare
Immigrato per Tolo Tolo
Invisibile per Volevo nascondermi

MIGLIORE SCENOGRAFIA
Emita FRIGATO, Paola PERARO, Paolo BONFINI – Erika AVERSA per Favolacce
Giancarlo BASILI – Andrea CASTORINA per Hammamet
Tonino ZERA – Maria Grazia SCHIRRIPA per L’incredibile storia dell’Isola delle Rose
Alessandro VANNUCCI, Igor GABRIEL – Fiorella CICOLINI per Miss Marx
Ludovica FERRARIO, Alessandra MURA – Paola ZAMAGNI per Volevo nascondermi

MIGLIORE COSTUMISTA
Maurizio MILLENOTTI per Hammamet
Nicoletta TARANTA per L’incredibile storia dell’Isola delle Rose
Vanessa SANNINO per Le sorelle Macaluso
Massimo CANTINI PARRINI per Miss Marx
Ursula PATZAK per Volevo nascondermi

MIGLIOR TRUCCATORE
Luigi CIMINELLI – Andrea LEANZA, Federica CASTELLI (prostetico o special make-up) per Hammamet
Luigi ROCCHETTI per L’incredibile storia dell’Isola delle Rose
Valentina IANNUCCILLI per Le sorelle Macaluso
Diego PRESTOPINO per Miss Marx
Giuseppe DESIATO – Lorenzo TAMBURINI (prostetico o special make-up) per Volevo nascondermi

MIGLIOR ACCONCIATORE
Daniele FIORI per Favolacce
Massimiliano DURANTI per Hammamet
Aldina GOVERNATORI per Le sorelle Macaluso
Domingo SANTORO per Miss Marx
Aldo SIGNORETTI per Volevo nascondermi

MIGLIORE MONTATORE
Esmeralda CALABRIA per Favolacce
Giogiò FRANCHINI per Figli
Simona PAGGI per Hammamet
Gianni VEZZOSI per L’incredibile storia dell’Isola delle Rose
Paolo COTTIGNOLA, Giorgio DIRITTI per Volevo nascondermi

MIGLIORE SUONO
Favolacce
Hammamet
L’incredibile isola delle rose
Miss Marx
Volevo Nascondermi

MIGLIORI EFFETTI VISIVI
Luca SAVIOTTI per Hammamet
Stefano LEONI, Elisabetta ROCCA per L’incredibile storia dell’Isola delle Rose
Massimiliano BATTISTA per Miss Marx
Lorenzo CECCOTTI, Renaud QUILICHINI per The Book of Vision
Rodolfo MIGLIARI per Volevo nascondermi

MIGLIOR DOCUMENTARIO
Faith di Valentina PEDICINI
Mi chiamo Francesco Totti di Alex INFASCELLI
Notturno di Gianfranco ROSI
Puntasacra di Francesca MAZZOLENI
The Rossellinis di Alessandro ROSSELLINI

MIGLIOR FILM STRANIERO
1917 di Sam Mendes (01 Distribution)
I miserabili – Les Misérables di Ladj Ly (Lucky Red)
Jojo Rabbit di Taika Waititi (Walt Disney Italia / 20th Century Fox)
Richard Jewell di Clint Eastwood (Warner Bros. Pictures)
Sorry We Missed You di Ken Loach (Lucky Red)

DAVID GIOVANI
18 regali di Francesco AMATO
Favolacce di Fabio e Damiano D’INNOCENZO
Gli anni più belli di Gabriele MUCCINO
L’incredibile storia dell’Isola delle Rose di Sydney SIBILIA
Tolo Tolo di Luca MEDICI

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Margherita Bordino
Classe 1989. Calabrese trapiantata a Roma, prima per il giornalismo d’inchiesta e poi per la settima arte. Vive per scrivere e scrive per vivere, se possibile di cinema o politica. Con la valigia in mano tutto l’anno, quasi sempre in giro per il Belpaese tra festival e rassegne cinematografiche o letterarie. Laureata in Letteratura, musica e spettacolo, e Produzione culturale, giornalismo e multimedialità. È giornalista pubblicista e lavora come freelance. Collabora tra gli altri con Cinematographe.it, la Rivista 8 1/2, fa parte della redazione del programma tv Splendor e coordina Cinecittà Luce Video Magazine.