10 film da vedere gratis adesso: grazie a festival, musei e istituzioni culturali

A casa in isolamento forzato? Niente paura, vi aiutano le istituzioni culturali. Ecco 10 film da vedere gratis e subito

Le piattaforme on demand hanno aderito alla campagna #iorestoacasa in un’ottica di solidarietà digitale, ma ci sono anche altre realtà, a cominciare dai festival, che stanno proponendo film in streaming gratuito. Questo cambierà anche la nostra modalità di fruizione in futuro? La domanda di cultura di questi giorni ci sta dicendo qualcosa anche sull’offerta, e su quanto possano darci le istituzioni che hanno fondi per promuoversi in questo modo. Intanto ecco alcuni suggerimenti che ci arrivano per lo più da documentaristi, ma c’è anche L’ultimo terrestre di Gipi.

Chiara Zanini

1. IF ONLY I WERE THAT WARRIOR

if only I wew that warrior

Il Festival dei Popoli propone If Only I Were That Warrior di Valerio Ciriaci, che racconta come Affile, un paese in provincia di Roma, abbia deciso nel 2012 di dedicare un monumento – costato 130 mila euro – al gerarca fascista e criminale di guerra Rodolfo Graziani. A 75 anni dalla caduta dell’impero coloniale italiano, in questo documentario le nuove generazioni di etiopi e di italiani si confrontano su un passato con cui dobbiamo fare i conti. Intanto, dopo un processo e una condanna, il sindaco di Affile è stato rieletto. Il film è su Vimeo

2. L’ODORE DELLA NOTTE

L’odore della notte

Nel secondo lungometraggio di Claudio Caligari il protagonista (Valerio Mastrandrea) è un poliziotto borgataro dalla doppia vita che di notte è a capo di una banda con cui cerca il riscatto sociale. Caligari è diventato un regista di culto soprattutto dopo la sua morte, nel 2015. Da riscoprire grazie a The Film Club di Minerva Pictures.

3. ’77 NO COMMERCIAL USE

’77 no commercial use

Anche il cinema Postmodernissimo fa la sua parte. Il documentario di Luis Fulvio attinge dai materiali più diversi per raccontare il 1977, un anno di contestazione verso tutto (non solo, come già prima, verso il PCI e il sindacato, ma anche verso il ’68 stesso), di ribaltamento carnevalesco di ogni regola fino ad allora condivisa. Un anno che poi portò – per via del rapimento di Aldo Moro del ’78 – a una repressione senza precedenti, i cui effetti anestetizzanti viviamo ancora oggi.

4. CORTOMETRAGGI DI ANIMAZIONE

cortometraggi (sugarlove)

Il Festival di Pesaro mette a disposizione i cortometraggi d’animazione della scorsa edizione. Dice il direttore Pedro Armocida: «Ci sembra un buon modo per tenere viva la fiammella della cultura cinematografica anche pensando alle opere che, per ragioni distributive mai risolte, rimangono le più invisibili».

5. THE BALLAD OF GENESIS AND LADY JAYE

the ballad

La regista Marie Losier ha messo a disposizione il suo film su Genesis Breyer P-Orridge, icona transgender della musica, che si è mossa tra industrial, psichedelia, elettronica e acid house ed è scomparsa pochi giorni fa. Il film si trova su Vimeo e come ’77 No Commercial Use, Qui e Talien è tra i titoli suggeriti dal Torino Film Festival e TFFdoc, dove sono stati proiettati.

6. SA FEMINA ACCABADORA

sa femina accabadora

La femina accabadora era una donna che praticava un’antica forma di eutanasia con un secco colpo di martello. Ha agito fino agli anni Sessanta, come raccontano i protagonisti del documentario di Fabrizio Galatea. Un film che riporta agli eterni interrogativi sulla morte, tra i tanti film disponibili nel sito di Ischia Film Festival.

7. LA VACANZA

la vacanza

Il Comitato Pari opportunità della Rai suggerisce il film sul caso della giornalista Ilaria Alpi, uccisa insieme al suo cineoperatore Miran Hrovatin ventisei anni fa dopo aver scoperto un traffico internazionale di rifiuti tossici prodotti nei Paesi industrializzati e dislocati in paesi africani, in cambio di tangenti e armi scambiate con i gruppi politici locali. Nel film di Daniela Vismara disponibile su Vimeo (password: pernonarchiviare) la protagonista è una giornalista Rai che ha realizzato un’inchiesta televisiva sul caso Alpi/Hrovatin e che a fine giornata, a casa sua, ne riparla con un ospite.

8. QUI

qui

Con il regista Daniele Gaglianone scopriamo dieci storie di persone che fanno parte del movimento No-Tav, accomunate dalla delusione per la politica nazionale che le ha abbandonate. È un altro dei titoli proposti dal Postmodernissimo ed è su Vimeo.

9. TALIEN

talien furgone

Premio speciale della giuria al Torino Film Festival nel 2017, è un road movie in cui il regista accompagna il padre in Marocco, dove dopo quasi quarant’anni da migrante in Italia ha deciso di tornare a stabilirsi. Con numerosi anni di sacrifici i due sono riusciti a trasformare un vecchio camion militare in un camper, e il viaggio diventa l’occasione per spiegarsi, capirsi, incontrarsi. Su Vimeo.

10. L’ULTIMO TERRESTRE

L’ultimo terrestre

Gli extraterrestri arrivano in un paese stanco e disilluso, in crisi economica gravissima. Le reazioni delle persone alla venuta degli extraterrestri vanno dalla reazione razzista («Adesso ci ruberanno il lavoro, come hanno fatto i cinesi prima di loro!») ad interpretazioni mistico-religiose strampalate. Dopo aver lanciato lo streaming gratuito del suo ultimo film Il ragazzo più felice del mondo, il fumettista Gipi ci regala anche il suo lungometraggio d’esordio, L’ultimo terrestre. Grazie all’autore e a Fandango si può vedere gratis su Youtube.

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Sono un'operatrice culturale, critica cinematografica e autrice freelance. Mi interessano particolarmente le politiche culturali, le politiche migratorie e i diritti umani.