Le 5 serie tv dell’estate

Come destreggiarsi nel panorama delle numerose serie tv e dei molti network che rinfrescano la calura estiva? Vi aiutiamo noi con chicche, novità e qualche revival. Per godersi questi ultimi scampoli di estate.

1. CHERNOBYL

Se non l’avete ancora vista, la miniserie in 5 episodi diretta da Johan Renck e scritta da Craig Mazin sul disastro occorso nella omonima cittadina nel 1986, è pane per i vostri denti di serial viewer. Dà un po’ fastidio l’utilizzo della lingua inglese (le serie ci hanno abituato a una certa fedeltà) fra Ucraina e Bielorussia, ma per il resto la ricostruzione è perfetta ed efficace.

https://www.hbo.com/chernobyl

2. ALTO MARE

È spagnola ed è di casa Netflix questa serie tv di 8 episodi creata da Ramón Campos e Gema R. Neira e diretta da Carlos Sedes e Lino Escalera. Una crime story intricatissima ambientata negli Anni Quaranta a bordo di un transatlantico diretto in Brasile. Tra omicidi e segreti di famiglia.

www.netflix.com

3. BLACK MIRROR

Torna su Netflix, giunta alla quinta stagione, Black Mirror, la serie britannica (poi esportata in lungo e in largo) dove la distopia è di casa. Dopo l’uscita di Bandersnatch, l’episodio speciale interattivo che ha fatto impazzire nerd e fan di tutto il mondo sullo scorcio dello scorso anno, la popolare serie torna con soli tre episodi.

www.netflix.com

4. BH90210

A pochi mesi dalla scomparsa del noto attore Luke Perry, il cast di Beverly Hills 90210, in onda dal 1990 al 2000, torna a far sognare il proprio pubblico e a far scappare qualche lacrimuccia di nostalgia con la serie revival. Il reboot che ha riconfermato gran parte del cast originale sarà lanciato da Fox (negli USA) il 7 agosto.

https://www.fox.com/bh90210/

5. PEAKY BLINDERS

Sembra che BBC ONE lancerà in estate la quinta stagione della nota serie tv che vede protagonista la famiglia Shelby nella Birmingham tra il XIX e il XX secolo. Nei prossimi episodi le storie della gang si intrecciano a quelle della politica. Sullo scenario della Grande Depressione.

www.bbc.co.uk

Santa Nastro

Articolo pubblicato su Artribune Magazine #50

Abbonati ad Artribune Magazine
Acquista la tua inserzione sul prossimo Artribune

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Santa Nastro
Santa Nastro è nata a Napoli nel 1981. Laureata in Storia dell'Arte presso l'Università di Bologna con una tesi su Francesco Arcangeli, è critico d'arte, giornalista e comunicatore. Attualmente è membro dello staff di direzione di Artribune. È inoltre autore per il progetto arTVision – a live art channel, ufficio stampa per l’American Academy in Rome e Responsabile della Comunicazione della Fondazione Pino Pascali. Dal 2011 collabora con Demanio Marittimo.KM-278 diretto da Pippo Ciorra e Cristiana Colli, con Re_Place, Mu6, L’Aquila e con Arte in Centro. Dal 2006 al 2011 ha collaborato alla realizzazione del Festival dell'Arte Contemporanea di Faenza, diretto da Angela Vettese, Carlos Basualdo e Pier Luigi Sacco. Dal 2005 al 2011 ha collaborato con Exibart nelle sue versioni online e onpaper. Ha pubblicato per Maxim e Fashion Trend, mentre dal 2005 ad oggi ha pubblicato su Il Corriere della Sera, Arte, Alfabeta2, Il Giornale dell'Arte, minima et moralia e saggi testi critici su numerosi cataloghi e pubblicazioni.