Il Segreto di una famiglia, Restiamo amici e Escape Plan 3. I film della settimana

Cicatrici del passato, quarantenni scapestrati e il capitolo finale di una saga con Sylvester Stallone. Le uscite in sala questa settimana sono un po’ fiacche e appese tra le grandi uscite americane.

Mentre Toy Story 4 e Annabelle 3 si contendono il primato del box office, arrivano in sala alcuni piccoli film. Nell’estate di Moviement il cinema italiano dimostra poco coraggio e lascia tutto in mano alle grandi major, a differenza delle distribuzioni indipendenti medie o piccole che continuano a essere presenti nei mesi caldi (anche se a volte per costrizione!) guardando a questi come una opportunità. Si riuscirà mai a cambiare la cultura degli italiani: spostarli dalla spiaggia e portarli nelle sale cinematografiche? Le major e gli indipendenti ci provano e credono nel cinema tutto l’anno, “gli italiani” si spera si mettano in pari il prossimo anno con importanti e grandi produzioni. Qui i tre film della settimana.

Margherita Bordino 

1. IL SEGRETO DI UNA FAMIGLIA

Il segreto di una famiglia

Il segreto di una famiglia è un film di Pablo Trapero, in sala con Bim Distribuzione. Mia ed Eugenia, due sorelle argentine, vivono separate: una è rimasta nella proprietà di famiglia, mentre l’altra è andata a vivere a Parigi. Quando il padre ha un ictus, Eugenia torna in Argentina e viene accolta con tutti gli onori, scatenando la gelosia di Mia. In più, Eugenia aspetta un figlio dall’ex fidanzato della sorella, suo attuale marito. Un film empatico e molto femminile, in cui la comunicazione è affidata quasi tutta alla fisicità e alle sensualità delle due sorelle che si ritrovano dopo diverso tempo. Nel cast ci sono Martina Gusman, Bérénice Bejo, Edgar Ramirez, Joaquín Furriel, Graciela Borges. 

2. RESTIAMO AMICI

Restiamo amici

Tratto dal romanzo di Bruno Burbi Si può essere amici per sempre, il film di Antonello Grimaldi arriva al cinema con 01 Distribution. È racconta la storia di Alessandro, giovane vedovo con figlio a carico, che viene contattato dal Brasile dal suo vecchio amico Gigi, per lui un fratello. L’uomo deve ereditare una grossa somma dal padre ma solo a patto che venga destinata al nipote. Gigi, che non è genitore, chiede quindi all’amico di “prestargli” il figlio per poter organizzare la truffa col notaio, in cambio di una parte dell’eredità. Nel cast ci sono Michele Riondino, Alessandro Roja, Violante Placido e Libero De Rienzo. Un film rocambolesco, surreale che vuole attingere a film all’italiana vecchio stile. Un racconto che da spazio ai quarantenni di oggi e ai loro problemi da gestire. 

3. ESCAPE PLAN 3 – L’ULTIMA SFIDA

Escape Plan 3- L’ultima Sfida

Tornano al cinema, per il capitolo conclusivo della saga, le avventure di Ray Breslin, interpretato da Sylvester Stallone. Questa volta troviamo due rapimenti a fare da filo conduttore: quello della figlia di un dirigente informatico di Hong Kong e quello di Abigail Ross, un membro della squadra di Breslin. L’obiettivo di Breslin è mettere piede nella Prigione del Diavolo, dove le due sono rinchiuse, uscendo vivi da un luogo che non ha mai subito alcuna evasione. Sylvester Stallone torna a dominare la scena insieme anche Dave Bautista e 50 Cent. Diretto da John Herzfeld, Escape Plan 3 – L’ultima sfida è in sala con M2 Pictures. Un film che fa assaporare il ritorno di Sylvester Stallone in attesa di Rambo 5.

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Margherita Bordino
Classe 1989. Calabrese trapiantata a Roma, prima per il giornalismo d’inchiesta e poi per la settima arte. Vive per scrivere e scrive per vivere, se possibile di cinema o politica. Con la valigia in mano tutto l’anno, quasi sempre in giro per il Belpaese tra festival e rassegne cinematografiche o letterarie. Laureata in Letteratura, musica e spettacolo, e Produzione culturale, giornalismo e multimedialità. È giornalista pubblicista e lavora come freelance. Collabora tra gli altri con Cinematographe.it, la Rivista 8 1/2, fa parte della redazione del programma tv Splendor e coordina Cinecittà Luce Video Magazine.