Miu Miu Women’s Tales, dal cinema ai social. I racconti al femminile arrivano su Instagram

La serie di cortometraggi dedicata alle donne e realizzata dal brand di moda arriva su Instagram, con la direzione della fotografa e artista Kimi Selfridge, in collaborazione con la regista Celia Rowlson-Hall. Per continuare a raccontare le donne anche attraverso i social network.

Miu Miu Tales
Miu Miu Tales

Un nuovo spazio innovativo e celebrativo della femminilità, “social” e ancora più diretto per indagare la donna. È questa la nuova scommessa di Miu Miu Women’s Tales. La serie di cortometraggi dedicata alle donne e realizzata dal noto brand di moda Miu Miu arriva su Instagram:  la nuova attività digitale prenderà il via sotto la direzione creativa della fotografa e artista multimediale Kimi Selfridge, in collaborazione con Celia Rowlson-Hall, regista del prossimo capitolo di Women’s Tales. Kimi Selfridge è meglio conosciuta come Tan Camera, considerata una rocker della fotografia che con la polaroid, e non solo, realizza immagini di grande valore comunicativo. Una’artista visiva che renderà la pagina su Instagram un luogo di vera arte e intrattenimento.

Miuccia Prada
Miuccia Prada

IL PROSSIMO CAPITOLO

L’idea di Celia Rowlson-Hall, alla base dell’imminente quattordicesima commissione del progetto Women’s Tales, fonde i balletti dei musical dell’epoca di Busby Berkeley con i temi contemporanei della paura e della voglia di evasione. E questo nuovo episodio sarà presentato in anteprima alla Mostra del Cinema di Venezia nell’ambito delle Giornate degli Autori il prossimo 31 agosto. Celia Rowlson-Hall unisce da sempre, nella sua arte e cinematografia, il movimento e la danza. La sua è un’ immagine frenetica, inquietante e femminista, una modo coraggioso di fare arte che oscilla tra il gioco e il popolarismo. Con la sua esperienza di coreografa e performer si è affermata prestissimo nel panorama della videoarte. Con i suoi video ha ottenuto diversi premi, tra cui una nomination agli Emmy, e i suoi lavori sono stati proiettati in festival come il Sundance Film Festival. Il suo lungometraggio, MA, che ha scritto, diretto e del quale è protagonista, ha avuto la sua première mondiale alla Mostra del Cinema di Venezia del 2015.

WOMEN’S TALES STORY

Ogni episodio della serie costituisce un universo cinematografico a se stante. Un manifesto di femminilità e sensualità, sempre vario e sorprendente. Di tutti questi lavori, accanto ad attrici e modelle famose, le collezioni Miu Miu sono state il comune denominatore, una possibilità messa a disposizione di ogni regista. Women’s Tales si è affermato negli anni come un progetto all’avanguardia, un percorso che fonde moda e cinema in modi inaspettati. I precedenti episodi di Women’s Tales sono: Carmen di Chloë Sevigny; That One Day di Crystal Moselle; Seed di Naomi Kawase; Les 3 Boutons di Agnès Varda; De Djess di Alice Rohrwacher; Somebody di Miranda July; Spark and Light di So Yong Kim; Le Donne della Vucciria di Hiam Abbass; The Door di Ava DuVernay; It’s Getting Late di Massy Tadjedin; The Woman Dress di Giada Colagrande; Muta di Lucrecia Martel; The Powder Room di Zoe Cassavetes.

http://www.miumiu.com/en/women_tales

– Margherita Bordino

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Margherita Bordino
Classe 1989. Calabrese trapiantata a Roma, prima per il giornalismo d’inchiesta e poi per la settima arte. Vive per scrivere e scrive per vivere, se possibile di cinema o politica. Con la valigia in mano tutto l’anno, quasi sempre in giro per il Belpaese tra festival e rassegne cinematografiche o letterarie. Laureata in Letteratura, musica e spettacolo, e Produzione culturale, giornalismo e multimedialità. È giornalista pubblicista e lavora come freelance. Collabora tra gli altri con Cinematographe.it, la Rivista 8 1/2, fa parte della redazione del programma tv Splendor e coordina Cinecittà Luce Video Magazine.