Nasce a Torino blucinQue/Nice, nuovo centro di produzione per il circo contemporaneo

Nato come evoluzione della Fondazione Cirko Vertigo, il neonato centro di produzione fonderà circo, teatro, danza, musica e cinema. Creando una forte rete territoriale tra compagnie, festival e città

Esquive
Esquive

È nato a Torino un nuovo centro di produzione per il circo contemporaneo che, nel solo 2022, curerà due stagioni teatrali, a Torino e Grugliasco, cinque festival sul territorio cittadino e provincia, una tournée di compagnia che in Italia toccherà quindici regioni differenti e cinque Stati esteri, Germania, Grecia, Francia, India e Canada, produrrà otto formazioni artistiche e ne co-produrrà sette. Stiamo parlando del centro blucinQue/Nice che, in linea con la natura fluida del circo contemporaneo – frutto della creativa combinazione delle arti circensi con gli altri settori creativi -, si occuperà di fondere circo, teatro, danza, musica e cinema in ogni produzione, creando al tempo stesso una forte rete territoriale, nazionale e internazionale. 

Sweat&Ink
Sweat&Ink

IL CENTRO BLUCINQUE/NICE È UN’EVOLUZIONE DELLA FONDAZIONE CIRKO VERTIGO 

Il centro è un’evoluzione della Fondazione Cirko Vertigo – presieduta da Paolo Verri, già direttore di Matera Capitale Europea della Cultura 2019, e diretta da Paolo Stratta – che da vent’anni è centro internazionale di creazione e produzione di spettacoli ed eventi, polo di eccellenza per la formazione professionale e ludica nell’ambito delle arti circensi, riconosciuta dal Ministero della Cultura e sostenuta dal Fondo Sociale Europeo e residenza per giovani artisti nella sua sede di Grugliasco, alle porte di Torino. “Essere più internazionali avendo radici locali sempre più profonde; fare innovazione grazie al talento dei giovani che abbiamo formato nel corso di decenni; unire lo specifico del Nouveau Cirque di cui siamo da sempre punto di riferimento dall’Italia nel mondo con la danza, la musica, il cinema; produrre in maniera costante con un’offerta duale, reale e digitale insieme”, dichiara Verri. “È con orgoglio e gioia che rivendichiamo di fare dell’esperienza della Fondazione Cirko Vertigo la radice e allo stesso tempo il futuro di questa nostra nuova gemma brillante, il centro di produzione BlucinQue/Nice. Grazie a tutti quelli che ci stanno dando credito, grazie soprattutto a Caterina Mochi Sismondi e Paolo Stratta per tutto il loro eccezionale lavoro, grazie a tutti i collaboratori che credono e creano insieme a noi”. 

VERTIGO, Caterina Mochi Sismondi_BLUCINQUE giulietta distance mode, ph Andrea Macchia
VERTIGO, Caterina Mochi Sismondi_BLUCINQUE giulietta distance mode, ph Andrea Macchia

BLUCINQUE/NICE DIRETTO DALLA COREOGRAFA E REGISTA CATERINA MOCHI SISMONDI 

Il centro di produzione prende la sua denominazione dalla fusione del nome della Compagnia blucinQue – fondata dalla coreografa e regista torinese Caterina Mochi Sismondi che ora dirige la nuova istituzione – unito all’acronimo NICE: blu è il colore della comunicazione e creazione, cinque le arti che si vanno ad indagare nei processi creativi, cinque i collegamenti tra comuni che partecipano alle attività del centro, tra Torino, Grugliasco, Moncalieri, Chieri e Settimo Torinese. NICE, è invece acronimo di Network for International Circus Excellence e indica l’obiettivo di crescita, bellezza e professionalità che il centro di produzione si pone. “Sono felice di intraprendere una nuova sfida, che mette al centro non solo il mio lavoro di compagnia blucinQue, tra teatrodanza musica e circo contemporaneo, a partire da un’idea chiara di ricerca e commistione delle discipline”, spiega Caterina Mochi Sismondi, attenta da sempre alla trasversalità  e alla commistione tra le arti “ma da oggi anche differenti compagnie e spazi, aprendo un dialogo con nuove realtà artistiche, per sostenere il lavoro di creazione, con un’attenzione particolare ai giovani, in un continuo sviluppo dinamico, rivolto sempre al futuro”.   

Duo Kaos Horizonte, 06 06 2021, ph Giulia Di Vitantonio
Duo Kaos Horizonte, 06 06 2021, ph Giulia Di Vitantonio

LE ATTIVITÀ DEL NEONATO CENTRO DI PRODUZIONE 

Entrando nel dettaglio delle attività del 2022 del neonato centro di produzione – che porta avanti l’eredità di Fondazione Cirko Vertigo rinnovando anche un partenariato con il Circuito Fondazione Piemonte dal Vivo, altra eccellenza nazionale per la programmazione del circo contemporaneo -, sono in programma cinque festival sul territorio di Torino e provincia. La manifestazione di più antica tradizione è il festival internazionale multidisciplinare Sul Filo del circo di Grugliasco, giunto al suo XXI anno e alla sua XX edizione e che si terrà all’interno del parco culturale Le Serre dall’1 al 9 luglio 2022. I festival di Torino e cintura prenderanno il nome di Nice Festival e si terranno a Settimo Torinese dal 17 al 22 maggio, a Chieri nei giorni del 25-26 giugno e 3 luglio, mentre è in via di definizione un’edizione puntuale di un Nice Festival Torino sotto forma di edizione antologica dei lavori della compagnia blucinQue. È, inoltre, in fase di definizione una sezione rivolta all’arte performativa tra circo, danza e musica dal vivo presso il Teatro Café Müller di Torino con la collaborazione dell’artista Bea Zanin che si chiamerà MusiCircus, dal titolo di un lavoro straordinario di John Cage, proprio realizzato a Torino come progetto di commistione che portava questo nome e al quale parteciparono giovanissimi sia la coreografa di blucinQue Caterina Mochi Sismondi che il direttore della Fondazione Paolo Stratta. 

Stagione Teatrale 2019 2020, JEROME THOMAS 3 ligne 1
Stagione Teatrale 2019 2020, JEROME THOMAS 3 ligne 1

LE COLLABORAZIONI INTERNAZIONALI 

A livello internazionale, sono in fase di finalizzazione accordi di partenariato  con le città francesi di Digione – dove ha sede la Compagnia ARMO di Jerome Thomas -, Lione – dove l’obiettivo è la creazione di un polo di circo entro il 2026, progetto che vedrà a capo la Compagnia MPTA – Les Mains Les Pieds et La Tête Aussi, diretta da Mathurin Bolze, in collaborazione con la scuola di circo di Lione –  e Parigi – sede della Compagnia PPCM – Le plus petit cirque du monde – oltre che Montpellier, Lomme e La Roquette-sur-Siagne, partner   del progetto delle residenze artistiche. Il centro di produzione è infine in contatto con La Tohu di Montréal per la definizione di un accordo di collaborazione, con l’artista ex danzatrice di Pina Bausch Marigia Maggipinto e con la danzatrice Michela Lucenti, capofila di una formazione di danzatori-attori denominato Balletto Civile 

-Claudia Giraud 

https://www.blucinque.it/ 

TRAILER https://vimeo.com/685910512/2e8a50ae87 

 

 

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).