Milano Updates: arte contemporanea negli spazi dello storico Studio Legale Carnelutti. Quarantadue artisti internazionali in mostra. Le foto in anteprima  

Un affascinante palazzo ottocentesco nel cuore di Milano, in zona Porta Venezia; prestigiosa sede dello Studio Legale della famiglia Carnelutti, fondato alla fine del XIX secolo; un incontro tra gli ambienti di lavoro di un team di avvocati e l’arte contemporanea. A Milano, in occasione di miart, inaugura in questo elegante spazio “The C Art Collection”, […]

Adrian Paci, Studio Carnelutti, Milano 2015

Un affascinante palazzo ottocentesco nel cuore di Milano, in zona Porta Venezia; prestigiosa sede dello Studio Legale della famiglia Carnelutti, fondato alla fine del XIX secolo; un incontro tra gli ambienti di lavoro di un team di avvocati e l’arte contemporanea. A Milano, in occasione di miart, inaugura in questo elegante spazio “The C Art Collection”, una mostra che restituisce – almeno in parte – il peso e il senso del lavoro svolto negli anni dallo Studio, a sostegno degli artisti e in costante dialogo con i protagonisti del sistema dell’arte, anche grazie a una consolidata esperienza nel campo del diritto dell’arte. Partendo, naturalmente, da una tradizione familiare forte, risalente all’Ottocento: il collezionismo. Arte moderna, soprattutto, ma negli ultimi tempi anche tanta arte contemporanea.
La mostra, che integra opere e spazi di vita quotidiana sul filo di ragionamenti storici, estetici, stilistici e concettuali, è curata da Vittoria Broggini. Taglio minimalista ed astrattismo radicale, per artisti come Christian Rosa, Isaac Brest, John Henderson, Julia Rommel, Landon Metz, Paul Cowan, Sebastian Black, la cui pittura sceglie la dimensione del rigore e dell’essenzialità, un lavoro di decostruzione e reinvenzione della superficie pittorica, del dipinto come oggetto, del caso come veicolo creativo, accostato alla logica serrata del segno, dei piani, del rapporti cromatici. Ma sono ancora decine e decine gli artisti scelti per questo appuntamento. Come Brad Troemel, che porta avanti una ricerca sulla volatilità del mercato, interagendo con simboli economici potenti ed effimeri (Bitcoin, oro, argento, etc.), o come Mike Goldby, ironico giocoliere di brand banalizzati, svuotati, manipolati. E ancora nomi di big come Luigi Ghirri, Paola Pivi, Yael Bartana, Sam Falls, Adrian Paci, Dahn Vo. Un assaggio in anteprima, con qualcheimmagine, nell’attesa dell’opening del 10 e 11 aprile.

– Helga Marsala

Studio Carnelutti, Milano
Via Principe Amedeo, 3
www.carnelutti.com

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è giornalista, critico d'arte contemporanea e curatore. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Oggi membro dello staff di direzione di Artribune, è responsabile di Artribune Television. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanee. È stata curatore nel 2009 dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico di SACS nel 2013, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura progetti espositivi presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali, specificamente delle ultime generazioni.