Miart verso l’edizione del ventennale. Novità nel comitato di selezione delle gallerie e nel team dei curatori per la fiera milanese, che riproporrà nel 2015 il “matrimonio” con il Salone del Mobile

Nuovi membri nel comitato di selezione delle gallerie, e nuove nomine nel team dei curatori per le sezioni speciali. Lungi dall’idea di pensare alle ormai prossime vacanze, Miart lavora a pieno ritmo alla prossima edizione del 2015, e annuncia importanti novità per la rotonda ricorrenza del ventennale, diretta per il terzo anno da Vincenzo de […]

Miart 2015

Nuovi membri nel comitato di selezione delle gallerie, e nuove nomine nel team dei curatori per le sezioni speciali. Lungi dall’idea di pensare alle ormai prossime vacanze, Miart lavora a pieno ritmo alla prossima edizione del 2015, e annuncia importanti novità per la rotonda ricorrenza del ventennale, diretta per il terzo anno da Vincenzo de Bellis. La fiera, che si terrà da venerdì 10 a domenica 12 aprile 2015 (con preview su invito giovedì 9 aprile), tornerà a sperimentare il “matrimonio” stretto con il Salone del Mobile / Design Week – che inaugureranno il giorno successivo al finissage di miart –, già provato due anni fa, scommettendo sulla sinergia fra due grandi eventi vicini a capaci insieme di calamitare ancor più l’attenzione, specie internazionale, nell’anno dell’Expo 2015.
Del comitato di selezione entreranno a far parte Annette Hofmann (Lisson Gallery, Londra – Milano – New York), Olivier Babin (CLEARING, New York – Bruxelles) e, per la sezione Object, Patrizia Tenti (Erastudio & Apartment-Gallery, Milano). Le novità nel team dei curatori per le sezioni speciali riguardano Dan Byers (Curatore, Modern and Contemporary Art, Carnegie Museum of Art, Pittsburgh) e Ruba Katrib (Curatore, Sculpture Center, New York) per la sezione THENnow, e Isabelle Valembras (Design Consultant, Milano-Parigi) per la sezione Object. Confermati Alessandro Rabottini (Curator at Large, GAMeC, Bergamo; MADRE, Napoli) come Curatorial Coordinator, Donatella Volontè come curatore della sezione Established Master e Andrew Bonacina (Chief Curator, The Hepworth, Wakefield) come curatore delle sezioni Emergent e First Step.
Si rinnoverà anche per l’edizione 2015 la collaborazione con la Fondazione Nicola Trussardi, con cui per il terzo anno consecutivo miart organizzerà un progetto speciale che animerà le serate della fiera.

www.miart.it

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Nel 2007 ha curato la costituzione, l’allestimento ed il catalogo del Museo Nino Cordio a Santa Ninfa (Tp). Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. Ha collaborato con diverse riviste specializzate, e nel 2008 ha co-fondato il periodico Grandimostre, del quale è stato coordinatore editoriale. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.