Lago Film Fest ai nastri di partenza. Al via la decima edizione a Revine Lago: centinaia di corti internazionali, tra performance, incontri e concerti

Parte con una bella iniezione di adrenalina questa decima edizione di Lago Film Fest, festival dedicato ai corti, i documentari e le sceneggiature, con la direzione di Viviana Carlet a Carlo Migotto. L’inizio è atteso per il 18 luglio, nella consueta location lacustre di Revine Lago, località in provincia di Treviso, ma la campagna di […]

Parte con una bella iniezione di adrenalina questa decima edizione di Lago Film Fest, festival dedicato ai corti, i documentari e le sceneggiature, con la direzione di Viviana Carlet a Carlo Migotto. L’inizio è atteso per il 18 luglio, nella consueta location lacustre di Revine Lago, località in provincia di Treviso, ma la campagna di comunicazione – sostenuta anche da Artribune, media partner per il terzo anno – ha già catturato l’attenzione di fedelissimi e nuovi appassionati: prima è stato il turno degli scatti ufficiali, firmati da  Marco Pietracupa da un’idea di Alan Chies , che hanno trasformato in testimonial gli anziani del paese, immortalati nei loro abiti tradizionali; quindi è arrivato l’irresistibile teaser, un videoclip animato della band Glenn & TheChunkies, che dopo il lancio su Artribune Television è arrivato su Blob, raccogliendo intanto moltissime interazioni in rete.
Evento unico in Europa, con il suo maxi schermo cinematografico sospeso su un lago naturale, il festival è diventato in pochi anni una piattaforma di produzione culturale di qualità, capace di mettere in relazioni idee, progetti, talenti, persone. Ormai un fiore all’occhiello della scena creativa del Nord-Est.

Lago Film Fest 2011 - photo Nico Covre
Lago Film Fest 2011 – photo Nico Covre

Confermato il tradizionale  concorso di cortometraggi, con oltre cento titoli provenienti da tutto il mondo e divisi in cinque sezioni: a vagliarli sarà una giuria internazionale composta dall’autrice Tv Simona Buonaiuto (Blob), dal filmmaker finlandese Joonas Makkonen, dall’attore e autore Carlo Gabardini e dal giornalista Federico Pucci (Ansa).
In parallelo, le rassegne della sezione Eurovision, proporranno ogni sera una lezione di cine-geografia con corti recentissimi da Lituania, Norvegia, Slovacchia, Croazia, Estonia, Romania, Slovenia, Polonia, oltre ai focus su Australia e Argentina. Novità di quest’anno è il tema dell’innovazione, con incontri-evento e ospiti speciali: tra questi il team dicimila.me, autori del mitico profilo fake di Casaleggio su Twitter,  e Zero, il collettivo che ha creato il progetto video #coglioneNo, tormentone dello scorso inverno.
Torna anche il “Premio Rodolfo Sonego”, intitolato al grande autore di Alberto Sordi, di origini venete: in lizza cinque sceneggiature originali. E poi, tra registi, giornalisti e autori, invitati nel corso dei nove giorni del festival, c’è spazio anche per la musica e le arti visive, con dodici appuntamenti tra live set e performance. Cinema, galleria d’arte, spazio talk e club en plein air: una festa dalle molte anime, in simbiosi con la bellezza del paesaggio ed in contatto con le migliori energie creative internazionali.

– Helga Marsala

www.lagofest.org

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.