Art Digest: Hong Kong, patria delle nanogallerie. Montpellier, baluardo dei Settis di Francia. Non vandalizzerei ancora il Rothko, ma resto yelliwist

Piccolo è bello. Almeno a Hong Kong: il New York Times analizza la nuova tendenza delle gallerie occidentali che sbarcano a Oriente: “mostre anche di sole tre o quattro opere”, dicono da Pace… (nytimes.com) A Montpellier decidono che la storia della Francia in Algeria è roba vecchia, che non interessa più il pubblico, che non […]

Pitture del sito di arte rupestre di Vilafranca (Castellón)

Piccolo è bello. Almeno a Hong Kong: il New York Times analizza la nuova tendenza delle gallerie occidentali che sbarcano a Oriente: “mostre anche di sole tre o quattro opere”, dicono da Pace… (nytimes.com)

A Montpellier decidono che la storia della Francia in Algeria è roba vecchia, che non interessa più il pubblico, che non merita più un museo, e scelgono di metterci arte contemporanea. Apriti cielo: insorgono storici e intellettuali… (lefigaro.fr)

Spagna preistorica: viene alla luce nella città di Vilafranca (Castellón) un sito di arte rupestre di 7mila anni di età: ci sono almeno 12 figure di uomini e animali in scene di caccia… (elpais.com)

Un vandalo in cattedra. Vladimir Umanets, il danneggiatore del Rothko della Tate Modern, si scusa con un editoriale sul Guardian: “ma non rinnego i principi dello Yellowism”… (theguardian.com)

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.