Lo Strillone: Festival del Film di Roma senza soldi su il manifesto. E poi Expo, scoperte mummie in Egitto, bilanci Biennale ok…

Ma non si era detto che avrebbe camminato sulle proprie gambe senza mai gravare sulle casse dello Stato? Un fondo su il manifesto commenta la richiesta ufficiale di Comune e Regione al governo perché dia qualche soldo al Festival del Film di Roma, presentando come modello virtuoso – in apertura di pagina – il “piccolo” […]

Quotidiani
Quotidiani

Ma non si era detto che avrebbe camminato sulle proprie gambe senza mai gravare sulle casse dello Stato? Un fondo su il manifesto commenta la richiesta ufficiale di Comune e Regione al governo perché dia qualche soldo al Festival del Film di Roma, presentando come modello virtuoso – in apertura di pagina – il “piccolo” ma importante Festival del Cinema Africano di Milano, realtà in crescita nonostante i tagli.

Expo: da ora in poi è vietato sbagliare ammonisce Giangiacomo Schiavi dalla prima pagina di Corriere della Sera; taglio alto sul quotidiano di via Solferino per il nuovo Palazzo dei Musei di Reggio Emilia disegnato da Italo Rota, l’inaugurazione è prevista sabato. Il Fatto Quotidiano a Milano per Piero Manzoni

Una breve su Il Giornale elogia i bilanci della Biennale di Venezia: l’affluenza record per l’edizione curata da Gioni porta i ricavi, tra sponsor e bigliettazione, a coprire il 61% con entrate proprie. La Stampa e Quotidiano Nazionale in Egitto per la straordinaria scoperta di sessanta mummie di altrettante principesse vissute tremila anni fa. Eroico il restauro della Biblioteca Nazionale di Sarajevo, bombardata nel 1992: il resoconto della rinascita è a tutta pagina su Avvenire.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

 

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.