Lo Strillone: tour nella Pompei del disastro con Mattia Feltri e La Stampa. E poi corsi di zumba a Siena nel complesso di Santa Maria della Scala, il paesaggio come patrimonio secondo Settis, all’asta a Londra il Guardi della collezione Rotschild…

Segnali stradali inesistenti, cartine orientative obsolete, informazioni che vagana tra il falso e il lacunoso, cantieri trentennali di cui non si vede la fine, servizi igienici inagibili. Benvenuti a Pompei! Drammatico l’ampio report dall’area archeologica firmato da Mattia Feltri per La Stampa. E intanto Tomaso Montanari tuona dalle colonne de Il Fatto Quotidiano: l’ospizio medievale […]

Quotidiani
Quotidiani

Segnali stradali inesistenti, cartine orientative obsolete, informazioni che vagana tra il falso e il lacunoso, cantieri trentennali di cui non si vede la fine, servizi igienici inagibili. Benvenuti a Pompei! Drammatico l’ampio report dall’area archeologica firmato da Mattia Feltri per La Stampa.

E intanto Tomaso Montanari tuona dalle colonne de Il Fatto Quotidiano: l’ospizio medievale di Santa Maria della Scala, con i suoi splendidi affreschi, diventa palestra per i corsi di zumba della Siena Sport Week. Con Salvatore Settis che ci ricorda dalle colonne de L’Unità il valore del paesaggio inteso come bene comune.

Avvenire a Trento per svelare il rapporto tra iconoclastia e iconografia religiosa che emerge dai documenti conciliari; La Repubblica in libreria per recensire La divina proporzione, saggio che indaga i misteri della sezione aurea.

Buzzurro sarà lei, sir! Quotidiano Nazionale scopre, grazie alla maxi-mostra del British Museum, che il popolo vichingo fu inaspettatamente raffinato; a Londra anche Corriere della Sera: ecco il Francesco Guardi della collezione Rotschild all’asta da Christie’s il prossimo luglio. Si viaggia attorno ai dieci milioni di sterline.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.