David Nahmad vuol farsi un museo con Burri? Ancora un acquisto milionario da Sotheby’s Londra, che trionfa con Richter e Twombly

Ancora un trionfo per l’arte contemporanea ieri sera da Sotheby’s a Londra, con un totale di 87,9 milioni di sterline e percentuali di venduto notevoli, pari a 82,5% per lotto e 92,6% per valore. Cifre da capogiro già dai primi colpi di martelletto: al lotto 1 Lucien Smith, americano classe 1989, segna il suo secondo […]

Ancora un trionfo per l’arte contemporanea ieri sera da Sotheby’s a Londra, con un totale di 87,9 milioni di sterline e percentuali di venduto notevoli, pari a 82,5% per lotto e 92,6% per valore. Cifre da capogiro già dai primi colpi di martelletto: al lotto 1 Lucien Smith, americano classe 1989, segna il suo secondo prezzo più alto, con Two sides of the same coin che dalla stima di £40-60mila ha raggiunto £224.500. Anche Christopher Wool lascia indietro le stime pre-asta, con Untitled del 2000 venduto a 362.500, seguito da Wade Guyton che supera il milione di sterline per la seconda volta nella sua storia in asta.
Abstraktes Bild di Gerhard Richter al lotto 4 era uno delle tre opere dell’artista presenti in catalogo, e ha portato a casa un ottimo risultato sopra i £4 milioni. Seguono nomi italiani con Lucio Fontana, con tre tele vendute nelle stime, e Alberto Burri con Rosso Plastica acquistato da David Nahmad – che già si è portato a casa a Londra il Burri da record – a £3,6 milioni, sopra la stima massima. Accesa contesa per Rome di Cy Twombly, uno degli esempi di maggiori dimensioni del 1964, che ha raggiunto £12,1 milioni partendo da una stima di £5.7 milioni. Ottimo risultato anche per il Twombly a chiusura del catalogo, Lycian drawing (Niphidia), un’opera su carta del 1982 battuta a £1,8 milioni.
Al lotto 12 il top lot della serata: Wand del 1994 di Richter è salito a £17,4 milioni, il terzo prezzo più alto per l’artista, proveniente dalla sua collezione personale. A seguire, Frank Auerbach e Lucian Freud. Il primo ha raggiunto la cifra di 1,8 milioni contro una stima massima di £800mila per l’opera del 1971-72 Morning-Mornington Place; Freud con Head on a green sofa del 1960-61, ritratto della sua cara amica Lady Belinda Lambton, venduto a £2,9 milioni. Untitled di Jean-Michel Basquiat è stato acquistato da Jose Mugrabi per £1,7 milioni da una stima di £700-900mila, mentre Tenor del 1985 ha segnato il quarto prezzo più alto della serata a £4,3 milioni. Medaglia di bronzo a Andy Warhol con Mao del 1973, venduto al telefono a £7,5 milioni, apparso in asta nel 2000 a Londra con una aggiudicazione di £421.500.
Oscar Murillo ha naturalmente raddoppiato le stime, fermandosi a £146.500 per Work #9 di dimensioni 3×2 metri. Rimane costante l’interesse verso la pittura dei coetanei Nicolas de Stael e Pierre Soulages, entrambi battuti attorno alle £400mila, mentre spostandoci verso il Giappone Kazuo Shiraga ha raggiunto una delle sue migliori quotazioni con un’opera di circa 2×3 metri del 1992, battuta a £1,2 milioni. Appuntamento a domani con i risultati dell’ultima Evening sale della settimana, quella di Christie’s.

– Martina Gambillara