Art Digest: sul comodino del professor Gagosian. L’ernia inguinale dell’Uomo Vitruviano. Quel nuovo museo? È un vero cesso

“Ho letto molto Dostoevskij e Tolstoj, ora mi oriento su narrativa contemporanea e libri legati all’attualità“. È il Financial Times e svelare al mondo il Larry Gagosian intellettuale… (ft.com) L’Uomo Vitruviano soffriva di ernia inguinale. La clamorosa rivelazione sul capolavoro di Leonardo da Vinci viene da Hutan Ashrafian, docente di chirurgia presso l’Imperial College di […]

Pong, uno dei videogiochi del MoMA

Ho letto molto Dostoevskij e Tolstoj, ora mi oriento su narrativa contemporanea e libri legati all’attualità“. È il Financial Times e svelare al mondo il Larry Gagosian intellettuale… (ft.com)

L’Uomo Vitruviano soffriva di ernia inguinale. La clamorosa rivelazione sul capolavoro di Leonardo da Vinci viene da Hutan Ashrafian, docente di chirurgia presso l’Imperial College di Londra… (slate.com)

Il pubblico borbotta sui videogiochi esposti al museo? Beh, farà meglio ad abituarsi: perché il MoMA a New York ha deciso di trasformare in permanente la mostra – già prorogata – di 21 classici del genere… (abc.es)

Il museo è costato oltre 28 milioni di sterline, ma oltre la metà dei visitatori entra solo per utilizzare la toilette. La demoralizzante constatazione riguarda la nuova Firstsite Gallery, a Colchester, Inghilterra… (telegraph.co.uk)

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Nel 2007 ha curato la costituzione, l’allestimento ed il catalogo del Museo Nino Cordio a Santa Ninfa (Tp). Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. Ha collaborato con diverse riviste specializzate, e nel 2008 ha co-fondato il periodico Grandimostre, del quale è stato coordinatore editoriale. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.